30 anni di Silvio

 30 anni di Silvio : era proprio il 10 febbraio 1986 quando l’imprenditore italiano per eccellenza, allora 49enne e già proprietario delle reti Fininvest, acquistò e soprattutto salvò il Milan di Giussy Farina dal fallimento. Da quel giorno, la squadra rossonera iniziò quel cammino ben noto, che, in pochi anni, portò i rossoneri sul tetto d’Europa e del mondo. In realtà le date da ricordare a febbraio sarebbero due: il 10, quando Paolo firmò, nello studio dell’avvocato Vittorio Dotti e con i legali di Gianni Nardi, l’accordo per rilevare il 52% della società e il 20, data da sempre ricordata in casa rossonera, quando avvenne la ratifica ufficiale dell’acquisto di parte delle azioni del Milan, da parte di Silvio , che diventò poi presidente il 24 marzo. Un gruppo, composto anche da Adriano Galliani, Ariedo Braida e Silvano Ramaccioni, che fece sognare i tifosi, mostrando al mondo intero l’essenza del calcio, iniziando con i cosiddetti ‘Immortali’ di Arrigo. È proprio nell’era che spiccano grandi talenti che faranno la storia del Milan e, si può dire, del calcio in generale: si tratta di Sebastiano Rossi, Franco Baresi, Filippo Galli, Paolo Maldini, Mauro Tassotti, Alessandro Costacurta, Roberto Donadoni , Antonio Virdis, Alberigo Evani,Daniele Massaro e Graziano Mannari. Da non dimenticare il devastante trio olandese formato da Marco Van Basten, Ruud Gullit e Frank Rijkaard. E poi ancora Dejan Savicevic, Zvonimir Boban, Oliver Bierhoff, George Weah per poi arrivare a Andrij Shevchenko, Filippo Inzaghi e Ricardo Kakà; e così tanti altri.

Trent’anni di grandi successi e di vittorie che hanno portato il club rossonero a ricoprire anche il ruolo di ‘club più titolato al mondo’: è in questi anni che il Milan vince l’impossibile. Parliamo di un totale di 28 trofei: 13 internazionali, con 2 Coppe Intercontinentali, 1 Coppa del Mondo Fifa per Club, 5 Champions League e 5 Supercoppe Europee, e 15 italiani, con 8 Scudetti, 1 Coppa Italia, 6 Supercoppe di Lega.

Tante soddisfazioni, frutto anche di ingenti spese; sembrerebbe, infatti, che Fininvest abbia investito nel club rossonero circa 715 milioni di euro.

È questa la storia rossonera, la storia del calcio che ha fatto innamorare la mia generazione e non solo. Grazie Presidente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *