Buffon 6,5: Decisivo sul tiro di Grezda, poi sempre sicuro sugli altri velleitari tentativi degli albanesi.

Darmian 6: Buona partita la sua, soprattutto in fase difensiva, si impegna anche sul fronte offensivo provando anche la conclusione (Dal 71’ Zappacosta 5,5: L’Albania produce molto proprio sulla sua zona anche se non trova il pari).

Bonucci 6: Un netto miglioramento rispetto alla Macedonia, anche se non è ancora il vero Bonucci. Ottimi lanci ma ancora non si mostra sicuro sugli attacchi avversari.

Chiellini 6,5: Il migliore della difesa azzurra, chiude tutti i varchi con grinta e sicurezza e nel finale salva anche un gol. Peccato solo per il giallo preso.

Spinazzola 6: Ha il merito di far partire l’azione del gol di Candreva, mentre in generale non gioca una bella gara, soprattutto nel primo tempo, quando si mostra confusionario seppur volentersoso.

Parolo 6: Gioca una gara d’esperienza, badando soprattutto alla fase di interdizione, mentre non si propone molto in zona offensiva. Dà comunque grande equilibrio alla squadra.

Gagliardini 6,5: Anche lui cresciuto nettamente rispetto alla gara con la Macedonia. Tanta grinta in fase di copertura e in zona offensiva inventa anche una palla gol per Immobile.

Candreva 6: Sufficienza grazie soprattutto al gol che toglie le castagne dal fuoco una squadra in difficoltà, per il resto sbaglia molti palloni e si rende praticamente inutile.

Eder 5,5: Non riesce a trovare l’intesa con Immobile, seppure si impegna al massimo per dare il suo contributo, che però vale a poco o nulla (Dall’89’ Gabbiadini s.v.: Non si fa notare nei pochi minuti a disposizione).

Immobile 5,5: Sbaglia almeno quattro ghiotte occasioni da gol e pur battendosi con grinta soffre molto la mancata intesa con il compagno di reparto.

Insigne 5,5: Non riesce ad incidere come fa col Napoli, probabilmente ancora una volta penalizzato dal modulo. Qualche spunto quando l’Albania esce dal match (Dal 91’ El Shaarawy s.v.: spiccioli di gara per lui).

Ventura 5,5: La gara porta la Nazionale ai play off come testa di serie, ma di gioco neanche l’ombra. Viene riproposto un 4-2-4 che lascia spazio a molte critiche: il sorteggio per l’accesso ai Mondiali non dovrebbe essere difficile, ma in che condizione arriveremo in Russia?

Mirko

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Mirko