Una delle nostre indimenticabili leggende rossonere, Demetrio Albertini, alla Gazzetta dello Sport parla del Milan presente e soprattutto di quello futuro, in ottica progetto giovani e cessione ai cinesi. Su Berlusconi e sui nuovi proprietari: “Fa effetto non pensare più a Berlusconi come capo del Milan, anche se la lunghezza della trattativa sta aiutando a prepararsi al cambio. Ad ogni modo la poca comunicazione dei futuri proprietari aumenta lo scetticismo, tuttavia gli obiettivi contano più di qualsiasi annuncio”. Sul progetto giovani: “Berlusconi aveva questo desiderio già quando giocavo io e onestamente l’idea mi piace. Gli stranieri devono arrivare solo per fare la differenza. Ad esempio Berardi e Bernardeschi rappresentano dei top, e il Milan ha bisogno del meglio; c’è bisogno di giocatori di primissimo livello, anche giovani, purché validi”. Su Locatelli: “Appena ha esordito è cominciato il gioco dei paragoni, ma che a me non piace. Spero che giochi sempre con la spensieratezza del giovane a cui dovrà aggiungere l’esperienza. Conterà di certo più il sostegno quando avrà un periodo di flessione rispetto agli elogi di adesso”. Su Montella: “Finora è stato bravissimo, ha valorizzato le caratteristiche della rosa e puntato sui giovani. Fin qui il Milan è stato una sorpresa, e spero che questa sia la base per un futuro ancora più importante”.

Mirko

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Mirko

Latest posts by Mirko (see all)