Domenica all’ora di pranzo il Milan affronterà il , nella speranza di ritrovare la vittoria, dopo il pareggio sfortunato contro l’Udinese. Ma che squadra andranno ad affrontare i rossoneri? Il campionato dei Grifoni non è stato fin ora degno delle aspettative di inizio stagione, come ogni anno la squadra nella sessione di mercato è stata “rivoluzionata” e Giampiero Gasperini sta faticando a trovare il bando della matassa.

La classifica del Genoa non è certamente delle più rosee, il Carpi terz’ultimo dista 6 punti, e la vittoria manca dal 4-0 casalingo contro il Palermo datato 17 gennaio. A rendere la situazione più complicata in casa Genoa, ci si è messa anche la sfortuna che priverà i Grifoni del loro “capocannoniere” (10 gol) Leonardo Pavoletti, uscito anzitempo nell’ultima sfida contro la Lazio, per una lesione di 2° grado al bicipite femorale, e che resterà ai box fino ad inizio marzo. A prendere il suo posto probabilmente ci sarà Tim Matavz, l’ex Psv Eindhoven che segnò già al Milan durante il preliminare di Champions League del 2013. La situazione dell’infermeria è resa più pesante anche dallo stop di Ansaldi. Assenza importante ma questa volta per squalifica di Rincon, Mister Gasperini per cercare di fermare il Milan, nel suo 3-4-3 si affiderà sicuramente ai due ex rossoneri Suso e Cerci, con il dente avvelenato dopo la loro non positiva esperienza milanista.

La partita sulla carta per il Milan non è assolutamente proibitiva, ma troppe volte in questa stagione, i rossoneri sono scivolati con le “piccole”, vedasi la sconfitta con il Bologna o vedasi i tanti pareggi con squadre coinvolte nella lotta per non retrocedere. Perdere questa occasione non sarebbe più perdonabile perchè significherebbe perdere, probabilmente definitivamente, il treno per l’Europa.

PM

Prendere delle scelte è sempre difficile, Scegliere te è stato semplice...Forza Milan!