carloanCi hanno veramente fatto ridere le voci girate pochi giorni prima della finale di Champions League a proposito del sogno proibito del Milan di rivedere in panchina Carlo Ancelotti. Si è venuta così a creare una schiera di milanisti che dinanzi alla TV ieri sera hanno tifato Atletico. Il Real infatti perdendo avrebbe (insensatamente, ingiustificatamente) scaricato Ancelotti, il quale senza batter ciglio avrebbe (insensatamente, miracolosamente) scelto il Milan nonostante per giorni e giorni prima della finale lui stesso abbia smentito tale strampalata ipotesi. Dopo anni e anni ai vertici dell’Europa tra Chelsea, Psg e Real, avrebbe così accettato di colpo una realtà alla deriva, senza obiettivi di prestigio, condita da una squadra più che mediocre e da faide societarie e soprattutto senza la possibilità che questi problemi vengano risolti a breve termine.

Uno degli onori di noi tifosi è certamente la possibilità di sognare, ma quando il sogno è troppo distante dalla realtà, meglio accantonarlo e non coltivarlo. Ecco perché una delle pochissime gioie di questa orribile stagione è stata vedere il nostro (per sempre nostro) Carletto alzare al cielo la sua personale quinta Coppa Campioni/Champions League, evento che lo incorona a pieno diritto tra i più grandi allenatori di sempre.

Tornando ai nostri lidi, la lunga lista di mister papabili continua solo ad allungarsi, da Spalletti a Donadoni, a Emery fino a Jorge Jesus… Ma abbiamo il timore che la nostra panchina la rifiuterebbe anche Oronzo Canà!   

Ci trovi anche su Facebook e su Twitter

Mirko

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Mirko