31 luglio 2011. Ci salutava Andrea Pazzagli, volato in cielo purtroppo troppo presto a causa di un arresto cardiaco. Nato a Firenze nel 1960, la sua carriera di portiere fa contare oltre 140 presenze in serie A e un palmares europeo che tutti i giocatori del Milan attuale possono solo sognare di avere. Terminato il periodo agonistico, fu anche allenatore dei portieri del Milan, della Fiorentina e delle nazionali azzurre giovanili.

Andrea aveva una grande passione, oltre al calcio: gli piaceva cantare e scrivere musica. Lui stesso, del resto, fece parte di quella magica armonia che era in campo il Milan di Sacchi. Nel 1990, a Tokyo fu titolare nella finale di Coppa Intercontinentale vinta 3-0 contro i paraguaiani dell’Olimpia Asuncion. Io me lo ricordo bene perchè all’epoca ero poco più che un bambino e mi svegliai molto prima dell’alba per vedere la partita. Mai non dormire fu così bello. Grazie anche ad Andrea Pazzagli.