Berlusconi – Mihajlovic ai minimi termini: sarà un gennaio delicatissimo

 Sarà un gennaio estremamente delicato quello che aspetta i rossoneri. In primis il quarto di Coppa Italia con il Carpi e l’eventuale andata delle semifinali contro Spezia o Alessandria, partite che potrebbero in teoria già dare la possibilità della finale all’Olimpico in primavera. Sul fronte campionato tre sfide delicate con Roma, Fiorentina e Inter da superare almeno con dignità e col piglio della grande squadra, cose che sembrano ormai essere sparite da tempo. A complicare ulteriormente la situazione, come riporta la Gazzetta dello Sport, c’è anche un rapporto, quello tra Berlusconi e Mihajlovic, arrivato ormai ai minimi termini. Già qualche settimana fa il presidente si diceva “deluso dal Milan e da Mihajlovic. La squadra è poco affiatata”, e “arrabbiato. Ho speso 150 milioni e non so quando torneremo a vincere”. Dando uno sguardo al passato, nessun mister è riuscito a sopravvivere a lungo dopo le velenose frecciate del presidente, e tutto lascia presagire un futuro non molto luminoso per il tecnico slavo, ennesimo giocattolo di cui ci si annoia e da buttare via dopo qualche tempo. D’altro canto il rapporto tra i due non è mai fiorito del tutto, basta pensare che dall’inizio della stagione il patron si è presentato a Milanello solo cinque volte, e in tre occasioni soltanto per parlare con gli sponsor.
Chissà che un giorno anche Berlusconi possa rinsavire e capire invece quali siano davvero i mali del Milan…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *