Domenica ricomincia il campionato e con esso la seconda parte di stagione, in cui tutti sperano che il Milan possa finalmente dare una sterzata a quest’annata cominciata malissimo. D’ora in poi vedremo la vera squadra di Gattuso, e se effettivamente Ringhio sia riuscito a cambiare le vesti di un Milan sbandato e confusionario. Una delle prime cose che la dirigenza ha chiesto all’ex mediano rossonero è senza dubbio quello di rimettere in sesto pezzi pregiati della rosa, che finora non si sono dimostrati all’altezza della situazione.

Calhanoglu – Per quanto riguarda il turco, è stato uno dei primi a mostrare segni, seppur timidi, di miglioramento con la cura Gattuso. Dalle tante panchine con Montella, l’ex Leverkusen è riuscito a guadagnarsi un posto fisso nel tridente d’attacco: come scrive la Gazzetta dello Sport, Gattuso conta di averlo al top della condizione fisica entro un mese, in modo da essere uno dei protagonisti dell’ultima parte della stagione, dove, si spera, il Milan dovrà lottare anche in Europa.

Andrè Silva – Negli allenamenti settimanali il portoghese è stato provato al centro dell’attacco insieme a Suso e a Calhanoglu. A Gattuso un’altra missione durissima: quella di far rinascere l’ex Porto, apparso in questa prima parte di stagione ancora acerbo per la Serie A, nonostante in Europa abbia mostrato più volte tracce del suo talento. A causa del suo alto costo e della scarsa vena realizzativa del reparto offensivo rossonero, risulta quanto mai determinante ridare vitalità ad un ragazzo che potrebbe rivelarsi un vero campione.

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Cheap Sex Web Cam