Coppe Archive

Nostalgia nostaglia canaglia!

E’ dal lontano 11 marzo 2014, da quella sfortunata notte del Vicente Calderòn, che noi tifosi milanisti non respiriamo più aria d’Europa. Quella sera perdemmo 4 a 1 contro l’Atletico Madrid di Simeone negli ottavi di finale dell’edizione 2013/2014 di Champions League. Sulla panchina

Juve – Milan, Montella: “La strada è quella giusta, le basi ci sono. Locatelli? Un incidente di percorso…”

Sconfitta di misura nel quarto di finale con la Juventus per un Milan che esce comunque a testa alta dalla Coppa Italia, e il tecnico Montella è ben consapevole di ciò: “Sono soddisfatto, le basi ci sono, dobbiamo migliorare, siamo all’inizio del nostro percorso.

E’ solo un quarto di finale, o forse no

13 partite vinte su 15 disputate, questo l’impressionante bilancio casalingo della Juventus in questa stagione. Come è logico che sia, i padroni di casa avranno stasera i favori del pronostico, ma l’avversario di oggi è per loro fra i più ostici: lo dimostrano i

Juve – Milan: Montella non si dà per sconfitto e suona la carica

Sfida durissima quella di stasera per il Milan. La Juventus tra le mura amiche è praticamente imbattibile e di certo avrà il dente avvelenato dopo le due sconfitte subite in questa stagione ad opera dei nostri ragazzi, una in campionato, una in Supercoppa. Data

Bravi ragazzi, solo applausi per voi

Belle emozioni ci sta regalando in questi mesi il Milan, dopo lunghi e lenti anni passati a spalare merda. Scusate ma non sono riuscito a trovare parole più adeguate. Lo spirito, la voglia e la fame di vittoria di questi ragazzini sono talvolta perfino

Paletta inimitabile, Sosa in crescita: si va ai quarti

DONNARUMMA 7,0: sicuro come sempre, non tradisce mai l’emozione della parata, anche se grande e decisiva, come su Belotti nel secondo tempo. Spegne le speranze granata all’ultimo respiro parando la punizione di Ljajic. Per il resto, tutto nella norma. ABATE 6,0: era acciaccato, ma da gran

Milan – Torino, “incorniamo il Toro”

Ebbene si, ritorna oggi per il Milan la Coppa Italia, quel trofeo sfiorato lo scorso giugno in finale con la Juventus, salvo poi vendicarsi qualche settimana fa a Doha vincendo la Supercoppa italiana. Bisogna ammettere che questa coppa, troppe volte snobbata, può essere un

La Supercoppa è rossonera! Le pagelle dei vincitori

Donnarumma Voto 8,0 : strepitoso. Para tutto quello che gli tirano in porta a meno del gol di Chiellini sul quale è incolpevole. Nei primo 20’ gli arrivano giù da tutte le parti e lui dice di no a Sturaro (due volte), a Mandzukic,

Supercoppa: il guasto aereo e una formazione da scegliere. Come ci arriva il Milan a Doha

La Supercoppa di Doha in palio venerdì pomeriggio alle 17 e 30 (ora italiana) si avvicina inesorabilmente. Sulla carta per la Juventus sarà una passeggiata di salute in confronto ad un avversario, il Milan, nettamente inferiore, nonostante i ragazzi di Montella ci abbiano abituato

Champions League: le sedici qualificate agli ottavi

Conclusi gli otto gruppi di qualificazione, ecco dunque quali sono state le 8 squadre che si sono aggiudicate il proprio girone di Champions (e che agli ottavi avranno il piccolo vantaggio di poter giocare la gara di ritorno in casa): Arsenal – Napoli –

La Supercoppa Qatariota

Ci siamo quasi, il 23 dicembre Juventus e Milan si contenderanno un trofeo: la Supercoppa Italiana. Tradizionale sfida fra la squadra vincitrice del campionato e quella vincitrice della Coppa Italia: siccome non era possibile fare Juve contro Juve, hanno chiamato a presentarsi il Milan,

Il dramma di Istanbul

Ci sono momenti che restano per sempre impressi nella mente e nel cuore di tutti noi tifosi, se poi si è tifosi del Milan questi momenti si decuplicano. Tante le vittorie e le imprese firmati dagli eroi rossoneri, tanti i trofei alzati al cielo

Meglio perdere con una goleada o in questo modo?

Meglio perdere 4 a 0 e non avere rimpianti o giocarsela alla pari con una squadra stratosferica, mettendola sotto in diverse fasi della partita, e perdere dopo 120’ di gioco? È da ieri sera che cerco di rispondere a questa domanda, e ancora non

Finale di Coppa Italia, le pagelle del Milan

Donnarumma 6.5 Prima finale fra i professionisti per Gigio, che ostenta la solita sicurezza anche davanti ai campioni d’Italia.  Calabria 7.5 Gioca per necessità, per assenza di due titolari, sfornando una prestazione eccellente in entrambe le fasi, con numerose incursioni offensive e tanti altri

Milan – Juventus: una finale che sa di sentenza!

Lo scorso primo marzo, data in cui il Milan s’impose con un rotondo 5 a 0 sull’Alessandria, la finale di questa coppa Italia sembrava così lontana… eppure alla fine è arrivata. Questa sera alle ore 20.45 allo stadio Olimpico di Roma si disputerà l’atto

La grande gufata

Juventus strafavorita, quasi imbattibile, troppa differenza fra le due squadre, il Milan ha davvero pochissime chances di poter vincere questa coppa Italia. Questo in sintesi ciò che si dice in questi giorni, man mano che ci si avvicina alla finale di Roma. Tutto, ma

Milan – Juventus che partita sarà?

Sabato sera all’Olimpico di Roma ultimo impegno di stagione per i rossoneri di Brocchi, una stagione deludente, a voler essere diplomatici. Una finale di Coppa Italia il cui esito sembra scontato: il Milan, una squadra allo sbando, guidata da un allenatore alla prima esperienza

Super Lega: la sporca furbata dei club più ricchi

Premessa: se si facesse la Super Lega Europea il primo club a gioire sarebbe il Milan, che solo in questo modo, ahinoi, potrebbe finalmente tornare a calcare i palcoscenici più importanti d’europa. Terminata questa triste constatazione, avete capito che vogliamo parlare della possibile riforma

Ecco perché la finale di Coppa Italia non basta per l’Europa

Dopo aver percorso una tranquilla autostrada per arrivare in finale con uscite Perugia, Crotone, Sampdoria, Carpi e Alessandria, il Milan è approdato in finale, dove a maggio incontrerà a Roma la super favorita Juventus. Purtroppo da quest’anno arrivare all’ultimo atto della competizione non significa

Milan – Alessandria, Menez: “Non si va in finale per perdere…”

Ecco le parole dei protagonisti insieme a Balotelli della bella semifinale di ritorno contro l’Alessandria. Romagnoli: “Nel primo tempo abbiamo fatto benissimo, poi nel secondo tempo abbiamo avuto un calo. L’importante era andare in finale. Adesso la testa è al Sassuolo, Di Francesco li

Alessandria travolta, le pagelle dei rossoneri

Abbiati 6.5 Nei primi minuti mantiene alta la soglia di attenzione e compie un paio di interventi importanti. Poi l’Alessandria si sgonfia e tutto diventa molto tranquillo dalle sue parti. De Sciglio 6.5 Salva un gol quasi sulla linea, al 77′. Per il resto

Milan – Alessandria, una semifinale da non sottovalutare

Una gara di grande importanza e da non prendere sotto gamba. I ragazzi di Mihajlovic non dovranno assolutamente pensare al match di stasera come ad una sgambata contro una squadra di Lega Pro, piuttosto considerarla per quello che è: una semifinale di ritorno di
简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol