L’opinione Archive

I motivi per cui sarà una Superscoppola per il Milan

1– La Juventus è superiore in ogni reparto: basta guardare i numeri del campionato. Ha fatto più gol del Milan e ha preso meno reti. Parlando francamente e guardando la nostra rosa, due come Higuain e Mandzukic ce li possiamo solo sognare. Lo stesso vale per

Supercoppa: i motivi per cui credere ad una vittoria clamorosa

La Supercoppa di Doha rappresenta un’occasione buonissima per tornare a vincere un trofeo che dalle parti di Milanello manca dal 2011. Ovviamente non sarà facile, anzi i rossoneri partono con tutti gli sfavori del pronostico contro una squadra che lo stesso Montella ha definito

Saudade brasiliana

Kaka, Leonardo, Ronaldo, Ronaldinho, Rivaldo, Cafù, Dida, Serginho, Pato, Robinho, Thiago Silva… Tutti ricordano questi giocatori, alcuni anche veri e propri campioni, che hanno indossato la maglia rossonera nel recente passato. Si, perché una volta il Milan era una vera e propria colonia brasiliana.

Milan e Inter, quando la voglia e i soldi non bastano

Il destino di Milan e Inter corre parallelo nell’anno della scimmia (il 2016, secondo l’oroscopo cinese) e parallelo probabilmente correrà anche nel corso dell’anno che verrà: quello del gallo. Curiosamente il famigerato closing rossonero dovrebbe avvenire proprio qualche settimana dopo l’avvio del nuovo anno,

Pensiero di un tifoso

Intendiamoci, in questo articolo parlerò da tifoso più che da redattore. Ieri sera contro la Roma sono riemerse tutta una serie di cose che già  conoscevamo. Sapevamo che giocare all’Olimpico sarebbe stato difficile, e che loro a livello di organico hanno qualità  e tecnica

Closing rinviato, ma cosa ne sarà a questo punto del mercato di gennaio?

Ora che i rossoneri stanno stupendo tutta l’Italia, non solo i propri tifosi, è lecito chiedersi dove effettivamente possa arrivare questa squadra. Tralasciando del tutto le folli teorie che ci vedono come l’anti – Juve, è possibile che i ragazzi di Montella riescano davvero

Bronci e sorrisi di alta classifica

Niang e Bacca da una parte, Lapadula e Suso dall’altra. Periodi psicologici totalmente opposti per queste due coppie di giocatori offensivi del Milan, che sono anche quelli che, di tutta la rosa, hanno segnato più gol finora. I primi due sembravano essere le due

Il closing come l’uomo delle nevi: esiste davvero?

Ma insomma, il closing si fa o non si fa? Doveva essere svariati mesi fa, poi con una lunga slittata (che neanche Armin Zöeggeler avrebbe saputo fare così lunga) siamo arrivati a dicembre, ora pare ci sia il rischio che si rimandi addirittura a febbraio.

Prima di tutto vendere

Manca circa un mese alla riapertura del mercato e i futuri acquisti del Milan sono ancora legati all’esito del closing. Di conseguenza non ci si può sbilanciare sui nomi dei possibili nuovi giocatori dei rossoneri e, forse, nemmeno Montella ci sta pensando troppo. Del

I motivi per credere e non credere al podio in serie A

Alla 14esima giornata Milan secondo con gli stessi punti della Roma, a sole quattro lunghezze dalla Juventus capolista e con otto vittorie conquistate nelle ultime undici giornate (e un derby sfumato solo all’ultimo secondo). Alzi la mano chi aveva pronosticato tutto ciò ad agosto,

Sogno Champions: quarantacinque minuti posson bastare?

Un secondo tempo giocato bene riscatta una prima frazione di gioco in cui questo Milan ha sofferto troppo e non è stato in grado di gestire il vantaggio conquistato grazie alla seconda rete in campionato di Lapadula. Nei secondi quarantacinque minuti di gioco, il

Un delitto quasi perfetto

Il 4 marzo 2015 intitolavo emblematicamente un mio articolo: “Avere Suso e non farne uso” (rileggilo). Che sia stato il migliore del Milan nella stracittadina non ci sono dubbi. Avrebbe potuto essere il killer della partita se non fosse poi arrivato in extremis il (meritato) pareggio

La “nevrosi da closing” torna a colpirci, ma filtra solo tranquillità dalle parti

Tempi veramente duri per i tifosi rossoneri. Dopo le numerose voci intorno a Donnarumma e alla sua possibile cessione in pieno stile Raiola, dopo le notizie non certo positive sulla presenza di Romagnoli nell’attesissimo derby, riecco emergere ancora una volta la telenovela sulla cessione

Il dubbio

L’inizio di stagione positivo del Milan sta sorprendendo tutti gli esperti del settore. Era difficile immaginare ad agosto una situazione del genere: Rossoneri terzi in classifica, in piena lotta Champions, e con una vittoria importantissima contro la Juventus strafavorita per il titolo finale. Tanti

Make Milan Great Again

L’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti è stata un fatto “quasi” inaspettato ed in questo articolo mi diletterò a trovare analogie e differenze tra il Milan ed il tycoon statunitense. Niente di pretenzioso si intende, quanto piuttosto una riflessione che mostra

Un passo indietro e uno… anzi tre in avanti

Trarre un bilancio di quest’ultima partita del Milan non è affatto facile, anche se nel titolo si può trovare un riassunto del mio punto di vista. Indubbiamente nelle prestazioni offerte nelle ultime tre partite contro Genoa, Pescara e Palermo è stato fatto un passo

Montella e le castagne

Domani a Montella, in provincia di Avellino  si svolgerà la tradizionale sagra della castagna, evento di tre giorni che, tempo permettendo, richiamerà l’attenzione di più di 100.000 persone. L’omonimo Vincenzino, che campano è, probabilmente non riuscirà a fare altrettanto in occasione della sfida che

Cinici e concreti quanto basta

Il Milan torna a vincere dopo il bruttissimo stop col Genoa di Juric. La squadra di Montella batte 1-0 il Pescara, sorpassa il Napoli e guadagna due punti sulla Roma seconda, salendo così sul terzo gradino del podio dopo 11 giornate. Nemmeno ieri si

Aguero ci serve davvero?

Giorni fa è circolata la notizia di una possibile (anche se molto difficile considerando le cifre in gioco) trattativa tra il Milan ed Aguero qualora Guardiola decidesse di venderlo per acquistare poi Aubameyang. Indubbiamente il “Kun” sarebbe un vero e proprio colpo di mercato

Un sogno che deve diventare realtà

Sognare è lecito, restare con i piedi per terra è doveroso. Voglio iniziare questo breve pezzo proprio con queste parole perché la vittoria contro la Juventus ci ha catapultato in un vero e proprio sogno. Una dimensione onirica che deve però durare solamente per