L’opinione Archive

Baci ai quattro venti, reazioni e reagenti

La vicenda (per la verità ancora lontana dall’essere risolta) di Donnarumma, del suo contratto e di quanto ancora gli sta ruotando incontro, dimostra, casomai ce ne fosse bisogno, come il mondo del calcio venga ancora una volta relegato tra le cose poco importanti e

Alcune considerazioni sulla replica di Fassone a Raiola

La serenità della società – A fronte di un evidente senso di agitazione di Raiola per la questione Donnarumma, dimenatosi tra scuse fantasiose e accuse ridicole in una strana intervista alla stampa, la replica di Fassone è stata quanto mai pulita, concisa e corretta.

Quattro riflessioni sulla conferenza-farsa di Raiola

La polemica con la nuova dirigenza – Una polemica sterile, inutile, se non addirittura comica. Raiola imputa in particolar modo a Mirabelli di aver pressato Donnarumma affinché decidesse il prima possibile sul suo futuro. Un atteggiamento del genere non ci sembra per nulla passibile

99 pugnalate al cuore

Può un giocatore essere in grado di far andare di traverso 100 milioni di euro e 4 ottimi acquisti? La risposta è sì se ti chiami Gigio Donnarumma, se sei stato il più giovane a esordire ed essere poi titolare in serie A, il

Donnarumma: Bandiera? Un venduto come Giuda

Tutti si ricordano di Giuda Iscariota, passato alla storia per aver dato il famoso bacio che tradì Gesù Cristo condannando quest’ultimo alla croce. Fortunatamente quel che stiamo vivendo in queste ore non è nulla di così drammatico perché riguarda semplicemente un giocatore che, dopo

Caso Donnarumma: abbiamo un problema

Giorni decisivi per dirimere la querelle Donnarumma. Nell’incontro tra l’agente mino Raiola e la famiglia del portiere quest’ultimo avrebbe ribadito con fermezza la volontà di restare, senza tuttavia rinunciare alla linea tattica scelta dallo scafato procuratore, che continua a prendere tempo. A questo si

Noi siamo già abbronzatissimi (e l’estate non è ancora cominciata)

Chi ha aspettato il giorno del passaggio di proprietà da Berlusconi a Li Yonghong come vero e proprio “Giorno della Liberazione” (14 Aprile 2017), oggi ha la conferma di non aver atteso invano. Questa nuova società fa le cose sul serio e le fa

Il nuovo attaccante? E se cercassimo nella nouvelle vague europea?

Se cerchiamo il colpo mediatico, ok inseguire i vari Morata, Belotti, Diego Costa e Aubameyang. Raggiungere uno di questi giocatori significherebbe far parlare i giornali, titoli ad effetto, campagne mediatiche, tifosi che si esaltano ancora prima dell’inizio della stagione e tutto quello a cui

Pagelle stagionali 2016-2017: l’attacco

DEULOFEU 6.7 Da ultimo arrivato, quasi per caso, a migliore dell’attacco, tutto in pochi mesi. Veloce e geniale, per molto tempo rappresenta un problema non risolvibile per le difese avversarie. Sguscia via come un’anguilla, spariglia gli equilibri, sbanca il banco. Corre in avanti e

Real e Juve in finale di Champions, le milanesi in poltrona… e poi al mercato

Real Madrid e Juventus si sono contese il trono d’Europa in quel di Cardiff mentre le milanesi hanno assistito da meste spettatrici ad un match a tratti spettacolare che ha reso evidente quanto sia grande il gap che le separa dalle grandi d’Europa. La

Juve, andarci vicino conta solo nelle bocce

Premetto, io, come spesso accade quando non giocano le mie squadre del cuore, rimango neutrale nel vedere partite o finali. Il mio cuore batte per una squadra, delle altre sinceramente mi interessa poco. Da allenatore però mi piace guardare la partita, prendere spunti, studiare

Mattia, non mi mancherai!

Negli ultimi giorni la vicenda Donnarumma sta tenendo banco in casa rossonera, ma non solo: un altro caso spinoso sarà preso da risolvere o, forse, è già stato risolto. Naturalmente sto parlando di De Sciglio. Il probabile arrivo di Rodriguez e il forte interessamento

Pagelle stagionali 2016-2017: la difesa

A stagione conclusa, ecco le pagelle della difesa rossonera, redatte sulla base della media dei voti dati da me durante l’anno. DONNARUMMA 6,8 Protagonista indiscusso di una stagione di livello assoluto che lo proietta tra i big del ruolo in tutto il mondo a

Donnalunga, il supereroe dei prossimi due secoli e il suo procur-attore

Bello questo film di fantascienza, forse solo un pò troppo lungo e un tantino monotono. La trama ci porta a considerare l’intrigante ipotesi che grazie ai super tentacoli di Gigio Donnarumma si possa tornare sul tetto del mondo, perchè prima o poi, una delle

Lap(edina) di scambio

Gianluca Lapadula non ha numeri eccezionali da sfoggiare, almeno non li ha avuti finora, ma è indiscutibilmente uno dei giocatori più rispettati dalla tifoseria: ha segnato relativamente poco, ma è anche vero che i gol non sono tutto, quando in campo ci metti (quasi)

Maremma maiala, come è possibile che Bacca segna più di Dybala?

Euro ora! Finalmente il Milan è tornato a battere una ”piccola”, dopo le figuracce con Pescara, Crotone e Empoli, per citarne alcune. Lo ha fatto segnando 3 gol (una rarità: è successo solo sette volte in tutto il campionato) e lo ha fatto in

Quanto è dura giocare senza il Jack nel mazzo!

Nelle mie convinzioni calcistiche credo che nessun giocatore sia insostituibile in qualsiasi squadra, ma reputo che l’assenza, anche solo di un elemento della formazione tipo, possa minare o comunque destabilizzare l’intero sistema di gioco che si è costruito durante l’anno. Ciò a maggior ragione

Agguantando (forse) l’Europa League

A due giornate dalla fine del campionato il Milan, possiamo dirlo, ha quasi tutti e due i piedi in Europa. Vanta infatti un vantaggio enorme sull’Inter e un vantaggio grandissimo sulla Fiorentina (viste le rispettive partite ancora da giocare…). Per prima cosa sgombrerei il campo

E se vendessimo Donnarumma per prendere Belotti?

Provocazione? Mica tanto. A mio parere bisogna anzi che ci si renda conto che il Milan non può sperare di tornare ai vertici grazie esclusivamente alla permanenza di un grande portiere, se davanti a lui ci sono rovine più che altro. Il Milan può

Programmazione, la parola magica dell’Atalanta

Non possiamo definirla il Leicester d’Italia dal momento che non vincerà lo Scudetto, però siamo tutti concordi nel ritenere l’Atalanta la squadra rivelazione di questo campionato. 65 punti quando mancano ancora tre partite alla fine del campionato, un quinto posto quasi in cassaforte ed

Il talento di segnar pochi gol

Per 15 volte in questo campionato, il Milan di Montella ha segnato solo un gol. Significa che nel 42% dei casi il massimo che i rossoneri riescono a produrre è questo. Senza contare le 5 volte in cui il diavolo è rimasto a secco

Europa League? Mandiamoci la Primavera

Se davvero, come sembra, nessuna squadra vuole arrivare sesta, compresa la Fiorentina, il pareggio di Higuain nel derby piemontese è stata una bruttissima mazzata un pò per tutte le squadre coinvolte in questo scansamento. Se la squadra di Mihajlovic avesse battuto la Vecchia Signora,
简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol