Fino a inizio gennaio l’aria era frizzante: attendevamo quasi con ansia il recupero della partita col Bologna. Del resto il periodo appena precedente era stato così positivo che quella partita sembrava una sorta di bonus, 3 punti in più (tutti da conquistare, ovviamente) per spiccare il volo verso l’Europa. Ma dopo Doha e i pranzi delle feste il mondo si è capovolto e tutto è cambiato. Il diavolo si è impoverito, orfano del suo miglior elemento e, come è normale che sia, ci vorrà del tempo affinchè le qualità (o la somma delle qualità) dei due nuovi arrivati possano riuscire a colmare il vuoto appena creatosi. Speriamo almeno che non ci voglia tutto il girone di ritorno.

Qualora i rossoneri dovessero riuscire a battere i rossoblu di Donadoni (e non sarà facile), il Milan sarà da solo al settimo posto, a rincorrere le più brave della classe, ma nulla più. Peraltro sempre sotto l’Atalanta e insidiato dalla resuscitata Fiorentina; senza dimenticare l’incombere delle altre squadre che, mentre Bacca e compagni vanno a cena insieme, dalle retrovie continuano a risalire la china dopo periodi molto negativi (vedi Sassuolo e Sampdoria).  Montella non vede l’ora che si disputi la partita: –“Giocare subito è un grande vantaggio, anche perché questo recupero falsava la classifica. Quindi, prima si gioca e meglio è, abbiamo tutti grande voglia di rivalsa.” – queste le sue parole. La stessa voglia di rivalsa ce l’avrà il Bologna, reduce dall’umiliante partita con il Napoli. Volete un pronostico? Per me finirà in pareggio.

Nils

Nils

I cartoni animati giapponesi hanno condizionato enormemente la mia infanzia e di conseguenza tutta la mia vita. Non solo negativamente.

skip109-nils@yahoo.it
Nils

Latest posts by Nils (see all)