Fino a inizio gennaio l’aria era frizzante: attendevamo quasi con ansia il recupero della partita col Bologna. Del resto il periodo appena precedente era stato così positivo che quella partita sembrava una sorta di bonus, 3 punti in più (tutti da conquistare, ovviamente) per spiccare il volo verso l’Europa. Ma dopo Doha e i pranzi delle feste il mondo si è capovolto e tutto è cambiato. Il diavolo si è impoverito, orfano del suo miglior elemento e, come è normale che sia, ci vorrà del tempo affinchè le qualità (o la somma delle qualità) dei due nuovi arrivati possano riuscire a colmare il vuoto appena creatosi. Speriamo almeno che non ci voglia tutto il girone di ritorno.

Qualora i rossoneri dovessero riuscire a battere i rossoblu di Donadoni (e non sarà facile), il Milan sarà da solo al settimo posto, a rincorrere le più brave della classe, ma nulla più. Peraltro sempre sotto l’Atalanta e insidiato dalla resuscitata Fiorentina; senza dimenticare l’incombere delle altre squadre che, mentre Bacca e compagni vanno a cena insieme, dalle retrovie continuano a risalire la china dopo periodi molto negativi (vedi Sassuolo e Sampdoria).  Montella non vede l’ora che si disputi la partita: –“Giocare subito è un grande vantaggio, anche perché questo recupero falsava la classifica. Quindi, prima si gioca e meglio è, abbiamo tutti grande voglia di rivalsa.” – queste le sue parole. La stessa voglia di rivalsa ce l’avrà il Bologna, reduce dall’umiliante partita con il Napoli. Volete un pronostico? Per me finirà in pareggio.

Nils

Nils

Da bambino mi piaceva disegnare. A volte penso sia stato un peccato non aver affinato quell'inclinazione. In realtà mi sono sempre piaciute molte cose, forse per questo sono diventato un pò disordinato. A volte sono andato al cinema da solo. Ti sembra strano? Ti assicuro che mi divertivo molto. Adesso che nella mia vita c'è una donna non ci vado nemmeno in compagnia.
Nils

Latest posts by Nils (see all)