Nel 4-3-3 di Inzaghi potrebbe essere il giocatore perfetto, per le sue abilità nel saltare l’uomo. Stiamo parlando di Alessio Cerci, uno dei pochi giocatori offensivi italiani realmente in grado di decidere una partita con uno spunto individuale (l’emigrante Prandelli non ci ha ancora spiegato perchè in Brasile Cerci non ha quasi messo piede in campo). Lui e Menez garantirebbero una gamma di soluzioni più che sufficiente per quello che è il progetto di Filippo Inzaghi. Il problema, soldi a parte, è un altro: siamo sicuri che Alessio abbia così tanta voglia di rinunciare a giocare l’Europa Luague, raggiunta con il Torino, per approdare in un team negli ultimi tempi ha solo deluso e che, fra grotteschi cambi di allenatore, non offre ancora nessuna certezza?

Nils

Seguo spesso l'istinto. Ai tempi delle scuole elementari decisi di tifare Milan. Nell'autunno 2013 mi venne l'idea di creare questo sito (online dal primo gennaio 2014). A volte scrivo cose senza senso, perciò non prendetemi troppo sul serio.