menez..Con il tragicomico infortunio di Mbaye Niang, Sinisa Mihajlovic si trova inaspettatamente a dover scegliere il nuovo compagno di reparto dell’intoccabile Carlos Bacca già a partire dalla gara di domenica contro il Sassuolo: in questo momento, nonostante la buona prova di martedì sera in Coppa Italia contro l’Alessandria, Jeremy Menez sembra essere sfavorito rispetto a Mario Balotelli. Oltre al francese e a SuperMario, contro i neroverdi forse tornerà a disposizione anche Luiz Adriano, che è tornato ieri ad allenarsi in gruppo, ma che domenica partirerebbe sicuramente dalla panchina. Infine la quarta opzione possibile è il jolly Kevin Prince Boateng, anche lui come Balotelli, un po’ sottotono nei 20’ finali martedì scorso. Niang veniva costantemente proposto titolare perché era un vero e proprio soldatino nel ruolo, interpretando bene le due fasi, garantendo maggiore copertura e sacrificio, oltre ad una importante forza fisica. Ecco allora i pro e i contro per tutti e tre i possibili sostituti per la sfida contro i nero-verdi ma anche per questo fondamentale scorcio finale di stagione:

1. Mario Balotelli: Mario è sicuramente potenzialmente il più completo dei tre, possedendo forza fisica, tecnica, tiro e personalità. Il problema, oltre alla recente pubalgia, è sicuramente legata all’atteggiamento del numero 45, apparso spesso troppo svogliato e poco disposto al sacrificio.

Giudizio finale: Mario, se ci sei batti un colpo!

2. Jeremy Menez: Houdini è tornato e si è visto, ma dopo 7 mesi di inattività bisogna evitare di bruciare le tappe. Anche lui ha poca propensione al sacrificio nel DNA, ma salta l’uomo e vede la porta come pochi in Italia.

Giudizio finale: il tempo è dalla sua parte.

3. Kevin Prince Boateng: è forse il più simile a Niang per caratteristiche, come il francese riesce infatti a garantire le due fasi. Le incertezze provengono dalla sua tenuta in campo, poichè di recente è sembrato lontano parente del carrarmato ammirato quattro stagioni fa dai tifosi rossoneri.

Giudizio finale: Cercasi Boa reale!

Simone Satra

Simone Satra

Simone, mass-mediologo appassionato di calcio, teatro, cinema e politica. Milanista da sempre per proseguire la tradizione famigliare. Cresciuto a Tele+ e Andriy Shevchenko, ricorda come se fosse ieri capitan Maldini che, durante la notte di Manchester del 28 maggio 2003, alza la prima Champions League. Oggi si accontenta di vedere Riccardo Montolivo capitano. simone.satragno@hotmail.it
Simone Satra
Tags: