Colpaccio Milan: le pagelle dei rossoneri

 Donnarumma 6.5 Che ogni tanto sbagli qualcosa, beh, ci sta. Nel complesso, però, dimostra personalità e una certa sicurezza, oltre a compiere un paio di interveti decisamente importanti. E’ sulla strada buona per diventare uno dei protagonisti della serie A, me di tempo ce ne vuole…

De Sciglio 6 Colpevole in occasione del gol di Kishna, non si fa lodare per nulla in particolare, ma bloccare Luic e Anderson è più che sufficiente, ci pare.

Alex 6,5: Si fa male nella ripresa dopo aver disputato una buona partita, con grande attenzione per la fase aerea. Gli auguriamo di non infortunarsi più, da quando è al Milan è successo francamente troppe volte (dal 55′ Mexes 7): entra tra i fischi del pubblico (tutti ricordano il suo passato giallorosso) e subito mette a segno il gol del 2-0 con un bel colpo di testa su cross di Jack Bonaventura. Da prendere in considerazione per il proseguio di stagione.

Romagnoli 7.5 Leader silenzioso e, soprattutto, efficace. Dirige la difesa in maniera brillante, peccato solo per il giallo. Il suo arrivo in rossonero potrebbe significare la fine di un lungo incubo difensivo, se nel tempo saprà riconfermarsi su questi livelli. 

Antonelli 6 Contiene Candreva, mica poco. Nessuno gli chiede di segnare altri gol, ma siamo sicuri che altre occasioni, in partite diverse da questa, gli capiteranno.

Kucka 6.5 Lavoro oscuro, ma preziosissimo. Alla lunga si sta dimostrando un buon acquisto e la cosa più bella è che da un paio di partite le sue prestazioni durano fino al fischio finale, senza cali. 

Montolivo 6,5: Buona partita, senza fronzoli, ma di grande utilità in mezzo al campo. Le gambe girano, i piedi sono sempre stati buoni. Sta ritrovando la forma migliore, dopo mese molto bui.

Bertolacci 6,5: Al 25′ mette in rete il gol che dirige la partita verso la vittoria rossonera, approfittando di una brutta respinta del portiere biancoceleste. Avrebbe disputato una partita brillante, se non si fosse fatto male anche lui. Speriamo non si tratti di niente di serio (dal 25′ Poli 6 Sostanza e nessuna vanità, Andrea è un giocatore concreto, che gioca per la squadra).

Cerci 7.5: Altro che Candreva, è Alessio a spaccare la partita. Da incorniciare lo stop perfetto sulla linea di fondo e il tiro che si stampa sul palo. Provoca il gol che sblocca il risultato e diverse volte crea scompiglio nella difesa della Lazio. Deve continuare a crescere, la strada è giusta ed è stato bravo Mihajlovic a dargli fiducia in un momento in cui tutti lo criticavano (dall’85’ Honda s.v.).

Bacca 7: Chiude i conti ricevendo un bell’assist di Bonaventura e andando a saltare il portiere con rapidità e freddezza. Il Milan dispone ora di un grande attaccante che conosce bene il mestiere di far goal e che non si atteggia a primadonna, ma si muove con la squadra e per la squadra.

Bonaventura 7: Dai suoi piedi parte tutto ciò che poi diventa pericoloso o fatale, per gli avversari. Serve a Mexes la palla che poi il francese mette in rete di testa e a Bacca il pallone del sugello finale. Assolutamente decisivo.

Mihajlovic 7 Bravo Sinisa, hai creduto in Cerci e lui ti ha ripagato. La squadra è sistemata bene in campo, la difesa sembra aver trovato la giusta quadratura. Manca solo una cosa: la continuità di risultati. Tre partite sono ancora poche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *