montella2La domenica calcistica ci ha regalato un match emozionante, dai mille volti, che ha proiettato il Milan al terzo posto in classifica in coabitazione con Roma, Lazio e Chievo e ad un punto dal Napoli. Una vittoria, quella col Sassuolo, che ha messo in evidenza ancora una volta i punti forti e deboli di questa squadra.

Cos’ha funzionato – Rimontare un 3 a 1 contro un organizzato Sassuolo, mettendo da parte gli errori arbitrali, non è cosa da poco. Il carattere, l’umiltà e lo spirito di sacrificio di certo non mancano a questa squadra, la più giovane della Serie A. Montella, almeno per il momento, sembra aver dato un vero gioco, è riuscito a compattare lo spogliatoio e ad unire i ragazzi in vista dell’obiettivo Europa. E proprio i giovani sono l’altra bella nota del Milan: la vittoria di domenica è targata Locatelli e Donnarumma, due gioielli da preservare e far crescere in tranquillità. E intanto Bacca continua a segnare…

Cosa non ha funzionato – La mancanza di qualità nella rosa continua ad essere un punto debole molto grave. La difesa ha sofferto tanto l’assenza di Romagnoli, ed è bastato un tempo senza Niang, e con uno spento Luiz Adriano, per mandare all’aria quanto di buono fatto finora. La prova si è avuta nella ripresa, con l’inserimento del francese che ha di fatto cambiato la gara. A gennaio urgono almeno un paio di acquisti di livello per cercare di rimanere attaccati alle posizioni alte di classifica. Speriamo in qualche bel regalo dei cinesi.

Mirko

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Mirko