Derby amaro e inutile: le pagelle dei rossoneri

 Diego Lopez 7 Salva la squadra in almeno tre occasioni. Sempre attento, anche sui tiri improvvisi (vedi Hernanes). Senza di lui questo Milan sarebbe ancora più giù in classifica.

Abate 5.5 Partita dai due volti: molto bene nel primo tempo, quando trova anche il modo di rendersi pericoloso in area nerazzurra, meno bene nella ripresa, quando soffre le iniziative dell’Inter. Nella miglior fase dei rossoneri, è proprio lui insieme a Suso a creare i maggiori problemi agli avversari.

Alex 6 Un primo tempo piuttosto buono, poi è costretto a fermarsi per i soliti problemi muscolari che in questo campionato lo hanno spesso accompagnato (Dal 70’ Paletta 6  Entra in uno dei migliori momenti dell’Inter e si trova costretto a dover mettere più di una pezza, rischiando anche di farsi male).

Mexes 6 Il suo autogol sarebbe stato clamoroso, fortuna che l’arbitro decide di annullarlo per un fallo di Palacio. Nel complesso è uno dei più determinati e combattivi ed è anche bravo a salvare un gol sulla linea.

Antonelli 5 Stavolta ci è piaciuto molto poco. Ci aspettavamo maggiore attenzione e aggressività.

Poli 6 Encomiabile per impegno e abnegazione, nello svolgere compiti di servizio tipo pulire gli sgabuzzini e lucidare i portascope (dall’81’ Cerci S.V. Dobbiamo ripeterci: la sua faccia in panchina e negli spogliatoi è tutto un programma)

De Jong 5.5 Meno corsa che in passato, ma la solita incrollabile tenacia. Se avesse fatto gol in acrobazia avrebbe deciso il derby e non per la prima volta, come tutti ricordiamo bene.

Van Ginkel 6 Bravo coi piedi, sta cercando la sua strada alternando buone iniziative ad altre più banali e scontate. Alcuni suoi inserimenti sono lodevoli.

Suso 6.5 Lo avevamo detto e ripetuto all’infinito, dedicando a lui diversi articoli quasi supplichevoli nei confronti di Inzaghi, che proprio non lo considerava. Suso è stato capace di fare più tiri in porta nel primo tempo di quanti Destro non ne abbia fatti in tutto il campionato. Non tiri irresistibili, ma almeno lui ci prova con coraggio, qualità che a questo Milan sembra proprio mancare (dal 73’ Destro S.V. Gioca uno spezzone di partita che di solito basta a chiunque per farsi dare un voto. Lui però non fa nulla per farsi notare, perciò non lo giudichiamo neanche).

Menez 5 Rari spunti interessanti in mezzo a un mare di sterile individualismo.

Bonaventura 5.5 Meno iniziative del solito. Possiede molta qualità, ma ieri se n’è vista solo una piccola percentuale. I colpi di Menez non bastano a questo Milan, abbiamo bisogno anche dei suoi.

Inzaghi 5,5 Per 70 minuti la sua squadra subisce passivamente il gioco degli avversari, ma noi non vogliamo crocifiggerlo: i problemi del Milan sono anche altri, il tecnico è solo una parte del tutto. Certo che se non avesse neanche schierato Suso…