I protagonisti del , si esprimono così nel post partita, parlando a Milan Tv:


Il tecnico Montella: Sul finale movimentato di partita: “Pensavo che le proteste dei nerazzurri fossero sul gol-non gol. Riguardo all’extra-time, l’Inter perdeva tempo negli ultimi 25 minuti, ha fatto un pò la furbetta alla fine, l’arbitro se n’è accorto e ha dato un recupero adeguato”. Sulla partita: ”Nei primi 30 minuti la squadra ha fatto un’ottima partita, potevamo essere più cinici e veloci nel giro-palla. L’ultimo quarto d’ora del primo tempo abbiamo subito il contraccolpo del gol. Era improbabile che perdessimo una partita del genere. Nella ripresa c’è stata una grande reazione: rimontare due gol nel derby è qualcosa di eccezionale. All’andata hanno esultato loro, stavolta noi, io, addirittura, in maniera sproporzionata rispetto al mio standard, quindi capisco ora l’esultanza dei giocatori dell’Inter all’andata. Però questo pareggio vale di più perché ci sono meno partite da giocare”.Sul recupero: “Il quarto uomo ci ha detto che anziché 5, i minuti di recupero sarebbero stati 6. C’è stata molto perdita di tempo, Orsato ha fatto benissimo”.


Davide Calabria: Sul gol nel finale: “Sono ancora emozionato, segnare così all’ultimo è ancora più bello. Ho fatto i complimenti a Zapata, possiamo passare ora una Pasqua più tranquilla”. Sulla sua prestazione: “E’ stato emozionante giocare il primo derby da titolare. Siamo contenti della prestazione e del risultato”. Sulle prossime gare: “Non dobbiamo sottovalutarle, dobbiamo andare avanti per la nostra strada”. Sul suo futuro: “Voglio far parte del Milan del futuro, è un mio obiettivo. Oggi è stato un bellissimo spettacolo, sono contento per come è finita”.


Il corsaro Zapata: “Ho dato il massimo, sono arrivato con la punta del piede. Sono contento del gol. È stato un derby intenso dove le due squadre hanno giocato bene. È un pareggio meritato. Stavano vincendo 2-0 e perdevano tempo, ma noi non abbiamo mollato. Lottiamo sempre per questa maglia, siamo sulla strada giusta per l’Europa. Un saluto in cinese? Non ho ancora imparato…”.


L’a.d. Fassone. Sulla partita: “Non poteva esserci esordio migliore. Sembra un libro giallo, con un gol al 97’ con un gol-non gol”. Su Yonghong Li: “L’ho visto molto entusiasta negli spogliatoi, parzialmente commosso. In questi giorni c’è stato un bagno di folla incredibile. È stato tutto inaspettato per lui, ha capito bene la realtà del calcio italiano. Poi un derby con un finale così, non si poteva chiedere di meglio”. Su Montella: “Lo abbiamo incontrato ieri per la prima volta. Le società che vincono lo fanno perché c’è coesione tra tutti. Cercheremo di costruire qualcosa di bello”. Sul gruppo rossonero: “Il derby esalta tutto. Ho visto un gruppo unito, sereno e coeso, speriamo siano tutte premesse positive per finire al meglio la stagione”. Sull’Europa: “Oggi era fondamentale, con questo pareggio lasciamo loro dietro di qualche punto. Se la partita fosse finita due minuti prima le cose sarebbero andate diversamente e invece non poteva esserci finale migliore”.

Julian S.

Julian S.

Aretino dal sangue illirico. Apprendista giurista alla ricerca di una giustizia che forse ancora esiste. Beh sì, ho grandi ambizioni. Vivo immerso in una sorta di tensione creativa quotidiana. Comunicare per me è vivere, conoscere, condividere. Tifo Milan perché è l’essenza del calcio.
juliansaan14@gmail.com
Julian S.