Borini I tempi dell’arrembaggio e dei miracoli di volonta’ sono finiti, almeno cosi’ sembra. Nella migliore partita del mese, cioe’ il derby vinto con grande spirito di sacrificio da parte di tutti, lui non gioca.

Abate E’ lui a creare i presupposti per il pareggio del Benevento, e per le conseguenze psicologiche che quella partita ha avuto nella stagione rossonera, si tratta di un errore assai grave. Si comporta per fortuna meglio contro Atalanta e Inter, ma gli anni passano anche per lui, infatti non di rado deve fermarsi per motivi fisici. E’ un caso che il Milan abbia battuto l’Inter solo dopo la sua uscita dal rettangolo di gioco e pareggiato a Firenze senza la sua presenza in campo?

Biglia Spiace mettere il dito nella piaga, ma ancora non si vede una netta inversione di tendenza da parte dell’argentino. Tira pochissimo in porta perche’ non e’ piu’ in grado di arrivare a crearsi l’occasione. Di lui ci resta una traversa contro il Verona in coppa e poco altro.

Kalinic Esce lui e il Milan vince il derby. Riceve molti complimenti per l’impegno che spesso non manca, ma il suo mestiere, oltre all’impegno, richiede anche i risultati, espressi in termini di gol. E lui ne segna troppo pochi, pur giocando piu’ di altri suoi colleghi di reparto.