Due ballottaggi per Mihajlovic, ma potremmo rivedere lo stesso Milan del derby

Stasera parola d’ordine vincere conservando il bel gioco espresso la scorsa settimana nel derby. Il Palermo storicamente è una squadra ostile e avere la meglio non sarà così facile, inoltre la pressione sarà tutta sui rossoneri: insomma ci sarà poco da guadagnare oltre i tre punti e molto da perdere in caso di mancata vittoria. Per quanto riguarda le formazioni stando alle ultime indicazioni provenienti da Milanello, la squadra rossonera che scenderà in campo contro i rosanero dovrebbe essere almeno per 9/11 la stessa vista all’opera nel derby. Gli unici dubbi riguardano uno dei due centrali difensivi: Zapata è leggermente in vantaggio su Ely, ma alla fine potrebbe spuntarla anche quest’ultimo, su cui Mihajlovic confida molto per il futuro. Altro ballottaggio riguarda il giapponese Honda, che dovrebbe essere riconfermato dietro gli attaccanti, sebbene anche qui sussista l’alternativa , con lo spagnolo che continua a proporsi bene in allenamento. Per il resto non sono previste novità.

Sul fronte Palermo al San Siro rivedremo l’ex di turno Gilardino agire prima punta sostenuto dai due trequartisti Quaison e Vazquez, in mezzo dovrebbe tornare Rigoni titolare.

MILAN (4-3-1-2): Diego Lopez, Abate, Zapata, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Montolivo, Bonaventura; Honda; Bacca, Luiz Adriano.

PALERMO (4-3-1-2): Sorrentino; Struna, Gonzalez, El Kaoutari, Lazaar; Rigoni, Jajalo, Chochev; Vazquez, Quaison; Gilardino.

Gli ultimi cinque Milan – Palermo:

2014/15: Milan – Palermo 0-2 (aut. Zapata, Dybala)

2011/12: Milan – Palermo 3-0 (Nocerino, Robinho, Cassano)

2010/11: Milan – Palermo 3-1 (Pato, Ibrahimovic, Robinho; Bacinovic)

2009/10: Milan – Palermo 0-2 (Miccoli, Bresciano)

2006/07: Milan – Palermo 0-2 (Bresciano, Amauri)

Nils

Non possiedo preziosi monili, non colleziono vinili e non difendo diritti civili. Seguo spesso l'istinto. Ai tempi delle scuole elementari decisi di tifare Milan. Nell'autunno 2013 mi venne l'idea di creare questo sito (online dal primo gennaio 2014). Considero normale, anzi indispensabile, un certo livello di faziosità, specialmente quando si parla di calcio, l'importante (per me, tu fai pure quello che vvvuoi) è non esagerare con la dose. Notate bene: a volte scrivo cose senza senso, perciò non prendetemi troppo sul serio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *