In queste ultime settimane il mercato del Milan è stato spumeggiante, cosa a cui non eravamo abituati da anni. Ogni settimana il duo Fassone – Mirabelli ci ha regalato un colpo, si è partiti con Musacchio per finire con André Silva. Dopo questi acquisti ci si deve chiedere a maggior ragione cosa serva a Montella e alla squadra per essere quanto più competitiva il prossimo anno. Tralasciando il capitolo cessioni a cui andrebbe dedicato un apposito articolo, mi sento di proporre due giocatori a questo Milan ancora in costruzione. Assodato che con Conti sistemeremmo la difesa, prendendo un giocatore che, nonostante la giovane età, ha già dimostrato molto. Con Biglia, o altro profilo con caratteristiche simili, ristruttureremmo il centrocampo, troppo spesso punto debole in queste stagioni.  Per completare al meglio il reparto avanzato, io mi sento di consigliare a Mirabelli due esterni d’attacco. Nel primo caso, il giocatore non è stato mai accostato al club, mentre, nel secondo, solo marginalmente e senza troppa convinzione.

In proiezione futura a me piacerebbe molto Federico Chiesa, figlio del mitico Enrico, che ha dimostrato durante quest’annata in maglia viola di avere talento, carattere ed energia. Tre goal e tre assist al debutto in serie A per un ragazzo di nemmeno vent’anni sono un bel biglietto da visita. Sul binario di destra potrebbe benissimo alternarsi a Suso, specie in una stagione dove, in teoria (e ce lo auguriamo davvero tanto), avremo tante partite frutto di tre competizioni da giocare fino al prossimo mese di maggio.

Spostandoci invece sulla fascia sinistra, mi piacerebbe rivedere in maglia rossonera Deulofeu. Arrivato nel mercato di gennaio tra lo scetticismo di molti, Gerard ha saputo rinascere dimostrando tutto il talento di cui dispone. Velocità, tecnica, dribbling lo hanno portato a diventare un elemento imprescindibile per la squadra, tanto che Montella non lo ha più tolto. Se ci siamo qualificati in Europa League è anche per merito suo. Se il Barcellona non lo dovesse riscattare, io mi recherei di persona a Londra dall’Everton per chiedere il suo trasferimento. A sinistra si alternerebbe con il rientrante Bonaventura, il quale potrebbe essere anche dirottato a centrocampo in caso di emergenza. Avremmo un binario sinistro davvero interessante, specie se ci aggiungiamo il nostro nuovo difensore sinistro, Ricardo Rodrìguez!

Zuma

Zuma

Marco Fumagalli, meglio conosciuto come Zuma, amante, filosofo ed esteta dello Sport in tutte le sue mille sfaccettature. Amo la palla tonda, quella a spicchi, quella ovale, le due ruote e tutto ciò che ci ruota intorno. Il mio nome lo devo anche a Van Basten anche se ho vissuto la mia adolescenza sotto le imprese di Carletto Ancelotti.
Zuma

Latest posts by Zuma (see all)