Ennesimo rinvio di Zlatan ma l’ufficialità sul suo futuro è a un passo

 È stata un’attesa snervante quella che ha tenuto ieri milioni di fans di fronte al pc. Zlatan non si è smentito neanche stavolta, nulla ha lasciato intendere riguardo il suo futuro. Ancora una volta il gigante di Malmöe ha voluto giocare con la miriade di seguaci e del mondo calcistico in generale che lo seguono costantemente. L’attesa è trepidante, palpabile, ma ormai manca poco a quanto pare, e la prossima destinazione del fuoriclasse svedese verrà svelata. Le domande che gli sono state poste dal pubblico non lo hanno intimorito, anzi Zlatan si è divertito a parlare della sua nuova linea di abbigliamento sportivo, A-Z, smarcandosi più volte dalle insidie dei giornalisti.

Un altro rinvio, altri dubbi, altre squadre affiancate al suo nome. Il probabile trasferimento al Manchester United, con l’appena ufficializzato Special One, è ad un passo, ma chissà che non ci sia qualche sorpresa.

MANCHESTER UTD – Il futuro sembra scritto per Ibra. Mourinho lo aspetta a braccia aperte all’Old Trafford; l’avventura in Premier League sembrerebbe essere l’ultimo passo di una carriera già coronata e costellata di trofei. Uno degli ultimi campionati di alto livello rimasti a Zlatan dove poter giocare, con la possibilità che l’esperienza Red Evils possa consacrarlo definitivamente come “l’uomo dallo scudetto facile”. Quello che non si capisce peró, è la sua titubanza. Perchè non dirlo subito, che senso avrebbe aspettare oltre, con l’inizio degli europei ormai alle porte?

È questione di ore, quindi, o forse di giorni. Molti sono i tifosi rossoneri che non si danno per vinti, e ad una possibilità concreta che Ibra possa tornare al Milan ci credono veramente. Staremo a vedere, intanto il Milan ha da sbrigare le sue faccende societarie, ed è forse proprio questo che impedisce allo svedese di annunciare il suo futuro. Illusione bella e buona, o semplice speranza, fatto sta che fino all’ultimo è lecito crederci.

La porta, per adesso, rimane ancora aperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *