BaccaDonnarumma 7.5 Ormai è ufficiale, abbiamo un grande portiere. Para alla grande su Torreira e Barreto. Pronto su Muriel. Nulla avrebbe potuto nell’azione del palo. Sarà fondamentale, ora e in avanti.

Abate 6 Evidentemente punto sul vivo dalle critiche ricevute, è attento a non sbagliare nulla. Ci riesce anche perché la posizione di partenza più arretrata lo avvantaggia. Però vogliamo rivedere l’Ignazio arrembante che conosciamo.

Paletta 7 Un muro, imperforabile. Sempre al posto giusto : di testa, di destro, di sinistro. Per avere notizie di Quagliarella prego andare a “Chi l’ha visto?”. Il suo problema è il cognome : si chiamasse Joao Palettao o Van Paletten varrebbe 30 milioni.

Romagnoli 6 Sempre pronto nelle chiusure, sembra crescere sotto l’aspetto della personalità. Una sola sbavatura nella ripresa.

Calabria 6.5 Pur essendo uomo di destra, regge bene anche a sinistra. Si butta all’assalto e si propone, lotta su ogni palla con la grinta, i muscoli e l’entusiasmo che serve. Sembra di gomma : si rialza dopo ogni caduta che ci fa trattenere il fiato.

Montolivo 6 Sa fare una sola cosa per volta. Oggi doveva fare schermo davanti alla difesa e l’ha fatto, anche se sempre con qualche lentezza di pensiero di troppo. Meglio quando entra Locatelli che fa il centrale più in maniera classica.

Sosa 6 In progresso rispetto all’Udinese per raggio d’azione e corsa. Si propone in appoggio per la costruzione della manovra.

Bonaventura 6 Ancora poco lucido nelle giocate, anche lui però esce alla distanza e quando la Samp è sgonfia ancora corre. Gli negano un rigore.

Suso 6.5 Fa la doppia fase sull’esterno in appoggio a Sosa o a chi passa da quelle parti. Trova spazio tra le linee ma non riesce quasi mai a tirare in porta. Uno spettacolo l’assist a Bacca.

Lapadula 6 Più di Bacca riesce a tenere palla in avanti. Lotta di testa e di piede, le da e le prende. Gioca sul filo dell’offside e ha sul piede la palla ghiotta del vantaggio. Sarà per la prossima volta, ma non è male.

Niang 6 Soffre prima Sala poi il giovane Pereyra ed anche il sig. Irrati che non crede a nessuna delle sue cadute. Quando prende la palla faccia alla porta è inarrestabile. Meglio la ripresa che il primo tempo. Anche lui ancora corre quando la Samp si affloscia.

Bacca 6.5 Due palloni giocati, un palo e una rete. Entra con l’avversario sull’orlo del precipizio e gli da la spinta decisiva.

Locateli 6 Entra subito in partita azzeccando posizione, ritmo e interventi. Con il suo ingresso sembra andare meglio anche Montolivo. A mio avviso bisognerebbe insistere su di lui.

Montella 6.5 In settimana si era arrabbiato molto, e a ragione. Sta lavorando sulle fondamenta e non sarà un lavoro facile. La squadra conferma l’attitudine a crecare di uscire sempre palla al piede e a manovrare palla a terra e, qua e là, si sono viste anche belle idee. Parte con un 4-1-4-1 con Montolivo davanti alla difesa poi con l’ingresso di Locatelli ritorna al 4-3-3. Ottiene dai cambi quello che non aveva avuto domenica scorsa. Deve andare avanti con i giovani che possono dare quella scossa e quell’energia che serve a cambiare marcia.

Egidio

Egidio

Sono nato all'epoca delle Olimpiadi di Roma, nella vita non faccio lo scrittore, né il giornalista, ma tutt’altra cosa che adesso non è utiledescrivere né spiegare. Mi piace scrivere. Nel corso della mia vita, sin dall’epoca del liceo, credo di aver sviluppato una discreta capacità nel raccontare ed esprimere idee, concetti, ma soprattutto sentimenti e sensazioni. Tuttora, nella vita di tutti i giorni scrivo molto per lavoro. Sono innamorato del Milan dall’età di 8 anni e questo per merito di mio padre buon’anima, ahimè, volato in cielo pochi mesi prima della Stella del 10°. Mi firmerò con lo pseudonimo di Egidio. Come molti altri di voi, ho giocato a pallone (badate bene, “a pallone”, e non “a calcio”) a livello dilettantistico-amatoriale. Giocavo centravanti (adesso sarei “una prima punta”), la maglia rigorosamente era la numero 9 ed Egidio era il soprannome che i miei amici mi affibbiarono all’epoca dei fatti, ma vi assicuro che ho segnato più reti di quante ne abbia sbagliate lo Sciagurato. Ringrazio sin d’ora chi mi leggerà, chi mi apprezzerà, chi no, ma soprattutto chi, con educazione, mi contesterà : il peggior disprezzo è l’indifferenza. Ricordate che il Milan si discute, ma si ama. Ed io lo amo.
Egidio
Cheap Sex Web Cam