Montolivor

Donnarumma 7: Mago Gigio ipnotizza Ilicic sul rigore. Si tuffa su ogni pallone che gli tirano contro, così, per sicurezza. Però para sicuro su Kalinic, Borja Valero e Bernardeschi. Si permette di sbagliare qualche rilancio dal fondo.

Calabria 5,5: Gioca e si muove col piglio di un veterano, ma il fallo da rigore è da recluta alle prime armi. Non riesce a sostenere la manovra offensiva preso a tamponare le scorribande di Milic e Borja Valero che stazionano dalle sue parti. Due sole volte si affaccia in avanti e per la difesa viola sono guai seri.

Paletta 7: Sempre lui, ancora lui, il Thiago Silva de noantri. Lucido e preciso su ogni entrata.

Romagnoli 7: Ancora una ottima prestazione di Kaiser Alessio che si concede di salire palla al piede sino alla metà campo ed oltre a sostegno del centrocampo. Come il compare Paletta chiude e, se serve, spazza via.

De Sciglio 5,5: Sbuffa su chi passa dalle sue parti cioè Bernardeschi e Ilicic. Incerto su alcune situazioni difensive, un po’ meglio nella ripresa soprattutto nella spinta offensiva.

Montolivo 7: Ancora una prestazione in progresso anche sotto il profilo atletico. Vivo nella fase di interdizione, sembra divertirsi non appena l’ingresso di Locatelli lo libera dall’ansia della copertura.

Kucka 6: Spalle larghe, scherma la difesa correndo dietro a tutti. Fosse più veloce di idee sarebbe perfetto.

Bonaventura 6: Spesso si scambia la posizione con Montolivo. Meglio nella ripresa quando parte alla carica per condurre qualche contropiede. Suso lo mette a tu per tu con Tatarusanu. Perché non tira? (Dal 79’ Antonelli 6: Si piazza sull’out si sinistra per alzare la squadra).

Suso 6: Anche stasera si accende ad intermittenza ma per due volte imbecca alla precisione sia Calabria che Bonaventura in area.

Bacca 6: Sin troppo partecipe alla manovra per le nostre abitudini. La rovesciata finale meritava migliore gloria. (Dall’88’ Luiz Adriano s.v.: Protagonista dell’episodio contestatissimo nel finale).

Niang 5,5: Come al solito, nell’uno contro uno appare inarrestabile. Sua la prima occasione al tiro. Si spegne piano piano sino alla sostituzione. (Dal 67’ Locatelli 6: Ormai è il 12° uomo di Montella. Entra a copertura dell’area, ci mette la solita grinta ed anche l’ammonizione se serve. Ottima la chiusura su Babacar).

Montella 6,5: Il doppio trequartista della Viola mette in ambasce lo schieramento difensivo ma lui non si scompone più di tanto. Quando la squadra riesce a riproporre il palleggio e a stazionare nella metà campo avversaria si fa anche insidiosa. Come Wellington a Waterloo muove le truppe in seconda schiera quando l’avversario si riversa all’attacco perché lo schema deve essere un principio e non un dogma irrinunciabile. Per ora è un Iron Milan, un Milan di ferro. Se i palazzi si costruiscono dalle fondamenta, Montella sta costruendo bene e in profondità.

Egidio

Egidio

Sono nato all'epoca delle Olimpiadi di Roma, nella vita non faccio lo scrittore, né il giornalista, ma tutt’altra cosa che adesso non è utile descrivere né spiegare. Mi piace scrivere. Nel corso della mia vita, sin dall’epoca del liceo, credo di aver sviluppato una discreta capacità nel raccontare ed esprimere idee, concetti, ma soprattutto sentimenti e sensazioni. Tuttora, nella vita di tutti i giorni scrivo molto per lavoro. Sono innamorato del Milan dall’età di 8 anni e questo per merito di mio padre buon’anima, ahimè, volato in cielo pochi mesi prima della Stella del 10°. Mi firmerò con lo pseudonimo di Egidio. Come molti altri di voi, ho giocato a pallone (badate bene, “a pallone”, e non “a calcio”) a livello dilettantistico-amatoriale. Giocavo centravanti (adesso sarei “una prima punta”), la maglia rigorosamente era la numero 9 ed Egidio era il soprannome che i miei amici mi affibbiarono all’epoca dei fatti, ma vi assicuro che ho segnato più reti di quante ne abbia sbagliate lo Sciagurato. Ringrazio sin d’ora chi mi leggerà, chi mi apprezzerà, chi no, ma soprattutto chi, con educazione, mi contesterà : il peggior disprezzo è l’indifferenza. Ricordate che il Milan si discute, ma si ama. Ed io lo amo.
Egidio

Latest posts by Egidio (see all)