Il closing si avvicina inesorabilmente (almeno si spera) e a cambiare vita non sarà solo il club, che entrerà in una nuova era con una nuova società, ma anche chi invece dovrà lasciare il Milan dopo anni e anni trascorsi tra mercato e tribune. Stiamo ovviamente parlando di Adriano Galliani, che con ogni probabilità trascorrerà le sue prime vacanze pasquali libero da ogni impegno con il club.

Ipotesi – Già da tempo la stampa sta ipotizzando tutti i possibili futuri di un Galliani non più legato al Milan. Si era parlato di una carriera politica come parlamentare di Forza Italia, indiscrezione che a dire il vero non ha avuto molto seguito. Addirittura una voce clamorosa lo voleva come possibile acquirente delle quote rossonere, appoggiato dal patron Diesel Renzo Rosso e dalla Doyen Sports, in caso di fallimento del closing. Ipotesi però subito smentita dall’ad stesso.

Lega – L’alternativa più credibile è quella che vede Galliani in corsa per la presidenza della Lega di Serie A, in un momento di pesante crisi per la massima organizzazione calcistica, sull’orlo del commissariamento. L’ad aveva già ricoperto questo ruolo dal 2002 al 2006 (fino allo scoppio di Calciopoli) provocando forti polemiche per il conflitto di interessi. Ora invece sarebbe diverso: Galliani rimarrebbe in orbita Fininvest (con cui ha un contratto fino al 2019) e allo stesso tempo potrebbe ricoprire la carica di Presidente di Lega non avendo più rapporti con il Milan. Intanto Berlusconi, dopo un iniziale rifiuto, avrebbe dato l’assenso al nuovo futuro del suo storico collaboratore.

Mirko

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Mirko