Genoa – Milan: tutte le dichiarazioni dei protagonisti

 Inzaghi: prendere sei gol su calcio piazzato contro dispiace: potevamo andare in vantaggio, poi subisci gol in quel modo e le partite cambiano. Dobbiamo lavorarci, stiamo provando a porre rimedio. Erano un po’ di partite che non prendevamo gol su palla inattiva. Fino al gol loro abbiamo fatto una buona partita, dovevamo essere più cinici nelle occasioni avute perché fossimo andati in vantaggio sarebbe stata un’altra partita. Poi nella ripresa ci siamo disuniti e ci siamo allungati. Era la partita nella quale avremmo potuto fare il salto di qualità ma non ci siamo riusciti. La squadra pian piano cercherà di tornare grande, c’è lo spirito giusto ma quello che abbiamo fatto fino ad ora non è bastato per fare il salto di qualità. Ora domenica abbiamo il Napoli che ci sta sopra in classifica di tre punti e dovremo fare una grande prestazione davanti al nostro pubblico. Il Genoa è stato molto bravo, il campo non ci ha permesso di far bene il nostro fraseggio. Ho avuto subito l’impressione che potessimo prendere gol solo su calcio d’angolo e così è successo. Noi abbiamo avuto due-tre occasioni importanti ma non siamo stati bravi, le colpe sono mie e dovremo migliorare ancora. Torres? Fino a due partite fa ha sempre giocato. Ho a disposizione anche Pazzini e Niang ed è giusto che io faccia delle scelte…

Diego Lopez: partita difficile, ma lo sapevamo. Siamo stati poco cinici, ci è mancato il gol nelle occasioni che abbiamo creato. Abbiamo poi preso gol su palla inattiva e su queste situazioni dobbiamo migliorare. Abbiamo fatto il possibile e stiamo lavorando per migliorare anche nelle gare con avversari di pari valore: non possiamo fare altro che lavorare e pensare già alla partita di domenica contro il Napoli.

Montolivo: sono contento di aver ritrovato il campo dopo sei mesi, per me è come una vittoria, ho sofferto a stare fuori anche se avrei preferito commentare una vittoria della squadra. Devo ringraziare la società, Galliani, il dottor Tavana, la mia famiglia, mia moglie e tutte le persone che mi sono state vicine. Oggi non siamo riusciti a imporre il nostro gioco, soprattutto nel secondo tempo, con un po’ di fortuna avremmo potuto parlare di un’altra gara. Contro il Napoli dobbiamo tutti mettere qualcosa in più, nel secondo tempo è mancata maggior cattiveria per riacciuffare il risultato, ci servirà da lezione.

Mexes: nel primo tempo abbiamo sofferto molto i calci d’angolo, abbiamo anche avuto le occasioni per andare in gol ma può capitare di sbagliare. Nel secondo tempo è stato più difficile, abbiamo provato in tutti i modi ma non siamo riusciti a sbloccare la partita. Io e Rami abbiamo provato a dare l’input dal punto di vista della grinta ma anche Bonera e Armero hanno fatto una grande partita. La cosa importante è aver ritrovato De Jong e Montolivo in mezzo al campo. Dobbiamo lavorare tanto in questa settimana perché la partita contro il Napoli sarà molto importante.

*          *          *

Gasperini: in queste partite riusciamo ad esaltarci e dare grandi soddisfazioni al nostro pubblico. Tre punti che ci stanno e sono tutti meritati. Per il Milan è stata una partita difficile, noi abbiamo fatto tutto al meglio e abbiamo strameritato di vincere. Non possiamo porci degli obiettivi, il campionato è ancora lungo. Cerchiamo di continuare questa striscia che diventa notevole. E’ un campionato che resta difficile, vedremo quello che riusciremo a fare, cercando di fare prestazioni come quella di oggi. Perotti è un giocatore da grande squadra, ha avuto un paio di stagioni difficili, ora però che sta bene è tornato ad un livello da grande giocatore. Nel suo ruolo è tra i migliori in Italia e in Europa.

Izzo: gli attaccanti del Milan sono molto pericolosi, il mio compito era quello di non farli girare e ci sono riuscito. Sono felice per l’affetto che mi hanno dimostrato i tifosi. Parlare d’Europa? E’ ancora troppo presto, però è un nostro sogno e faremo di tutto per arrivarci.

Perotti: abbiamo fatto una grande prestazione contro una squadra forte come il Milan. Questa posizione di classifica è un sogno e dobbiamo proseguire su questa strada. Il paragone con Milito? I tifosi mi stanno dimostrando affetto e questo per me è veramente importante dopo un periodo poco felice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *