Gianluigi Buffon, leggenda vivente del calcio italiano, parlando un pò di tutto si è raccontato in questi giorni alla rivista francese L’Equipe: «Quando ho esordito in Serie A o in Nazionale, non avrei mai immaginato di fare tanta strada». Nonostante l’età giochi la sua parte, Buffon continua a dimostrare sul campo le sue doti indiscutibili. Il portiere della Juventus non accenna a mollare, ma anzi, come il vino, invecchiando riesce perfino a migliorare. Quale è il segreto per avere una carriera come la sua? «Si tratta di credere in ciò che si fa, di porsi obiettivi da raggiungere. Il segreto è non rendere le cose asfissianti, vivere senza proiettarsi troppo in avanti, se sei troppo consapevole di quello che ti aspetta, di tutto quello che devi fare per raggiungere un obiettivo specifico, mentalmente ti suicidi. Fisicamente penso di avere la stessa reattività da qualche anno a questa parte e la vera difficoltà è trovare la giusta intensità emotiva per affrontare ogni partita».

Tra i temi toccati dall’estremo difensore c’è anche Verratti, per il quale Buffon spende parole al miele: «Un talento incredibile. Diventerà il leader e il capitano della Nazionale, non ho dubbi. Un giocatore come lui è un punto forte della Nazionale e se ogni tanto non gioca è solo perché c’è De Rossi, non certo l’ultimo arrivato».

Julian S.

Julian S.

Aretino dal sangue illirico. Apprendista giurista alla ricerca di una giustizia che forse ancora esiste. Beh sì, ho grandi ambizioni. Vivo immerso in una sorta di tensione creativa quotidiana. Comunicare per me è vivere, conoscere, condividere. Tifo Milan perché è l’essenza del calcio.
juliansaan14@gmail.com
Julian S.