de jong

Il popolo rossonero in queste ultime ore è diviso in due schiere nettamente divise. Alcuni affermano che Menez e Alex siano due grandi colpi a parametro zero, in pieno stile “vecchio Galliani”, attraverso cui poter costruire una squadra competitiva. Altri pensano a loro come i soliti parametri zero, raccattati giusto per risparmiare qualche soldo, senza una precisa linea di mercato.

Ovviamente la verità è sempre nel mezzo, da ricercare con attenzione e senza estremizzare tutto e tutti. È sicuramente vero che i due ex Paris Saint Germain siano di indubbio talento (tra l’altro il francese l’abbiamo già visto all’opera in Italia, e sappiamo che potrebbe essere determinante anche se certamente discontinuo) con un bagaglio di esperienza non indifferente. Inoltre abbiamo fortemente bisogno di un leader al centro della difesa, bravo sulle palle aeree e che sappia trascinare l’intera retroguardia. Menez invece sarebbe ottimo in un 4-3-3 insieme ad El Sha e Balotelli, o Pazzini nel caso in cui l’azzurro andasse via.

Non possiamo però dimenticare l’altra faccia della medaglia: i riscatti di Rami e Taarabt tardano ad arrivare, e più passa il tempo più le speranze di rivederli in rossonero diminuiscono. Purtroppo né il Qpr né il Valencia sono propensi ad uno sconto, per cui onestamente non possiamo essere contenti al 100% se i due nuovi acquisti (comunque sia sempre nuovi e ancora da inserire in squadra) debbano sostituire le uniche note liete della passata stagione. E in tutto ciò, come andranno a collocarsi due presenze “ingombranti” come Kakà e soprattutto Honda, presentato in pompa magna e presto dimenticato?

Non possiamo allora non ricordare le parole del nostro guerriero De Jong, ormai un vero e proprio leader in campo: “ho 29 anni, sarà una decisione importante. Dovrò scegliere se rimanere qui oppure andare da un’altra parte. Sono in un grande club, ma voglio solo conoscere qual è il progetto per la prossima stagione”. Vorremmo saperlo anche noi caro Nigel, vorremmo saperlo anche noi…

 

Mirko

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Mirko
Cheap Sex Web Cam