ban.arfaNegli ultimi anni i parametri zero hanno costellato il mercato rossonero e a quanto pare, il prossimo potrebbe essere Hatem Ben Arfa. Il francese sembra essere rinato al Nizza; il Milan si è fatto avanti più volte, anche a gennaio, per strapparlo alla concorrenza. Gli osservatori rossoneri lo hanno analizzato a lungo durante la scorsa stagione ed anche in questa, e i resoconti ottenuti sono stati alquanto positivi: il giocatore é stato valutato più che idoneo. I contatti con il suo entourage non sono mai venuti meno in questi ultimi mesi; il ragazzo avrebbe manifestato la sua volontà e disponibilità nel trasferirsi a Milano. In tutto questo, peró, c’è da fare attenzione alla concorrenza di Inter e Atletico Madrid su tutte.

CHI È – Hatem Ben Arfa è stato da sempre considerato una promessa non esplosa. Dopo i primi anni trascorsi tra Lione e Marsiglia, il tunisino passò in prestito oneroso al Newcastle. Proprio in Premier League rimediò una doppia frattura alla tibia e al perone che lo fecero rimanere fuori dal rettangolo di gioco per un paio di mesi. Nel 2014 passò all’Hull City in prestito, ma nel gennaio successivo ritornò nuovamente ai Magpies. Dopo tutta una serie di procedure burocratiche che tardarono il suo approdo al Nizza, il giocatore ottenne il lasciapassare dalla FIFA, e finalmente poté iniziare la sua avventura transalpina. A 29 anni Ben Arfa sembra aver raggiunto la sua piena maturità ma soprattutto la continuità che da tempo gli mancava.

STATISTICHE – Ha siglato 12 reti con la maglia del Nizza, al Newcastle ne ha segnati invece 14, ma in quattro anni. Attualmente ha una media di 2,7 tiri a partita, mentre al Newcastle si era fermato ad 1,7. Anche il numero di dribbling per partita è in netta crescita rispetto alle esperienze con le squadre precedenti.

RUOLO – È assai versatile: può fare la seconda punta, il trequartista o l’esterno, è mancino ma può impostare benissimo la manovra da destra. Nel Nizza, attualmente, fa il trequartista o la seconda punta.

Per il Milan sarebbe l’uomo giusto per rimpiazzare Menez: sono nati a due mesi di distanza e hanno giocato insieme nelle nazionali giovanili francesi, senza contare che i due si assomigliano molto.

Julian S.

Julian S.

Aretino dal sangue illirico. Apprendista giurista alla ricerca di una giustizia che forse ancora esiste. Beh sì, ho grandi ambizioni. Vivo immerso in una sorta di tensione creativa quotidiana. Comunicare per me è vivere, conoscere, condividere. Tifo Milan perché è l’essenza del calcio.
juliansaan14@gmail.com
Julian S.