Il benservito a Mirabelli non sarebbe la soluzione migliore

 A stagione ancora non conclusa, con una finale di Coppa Italia da giocare e un sesto posto ancora tutto da raggiungere, già si odono tante voci sul prossimo assetto dirigenziale, con l’operato di sotto accusa.

Isolare i ragazzi – Difficile in effetti non parlare al momento di annata fallimentare, dopo aver avuto a disposizione un budget non indifferente da spendere nel mercato estivo. Ma allo stesso modo a fine aprile ci sembrano assolutamente fuori luogo le accuse a e le voci sui nomi che già circolano come prossimo ds. Dovrà essere ora bravo mister Gattuso a lasciare queste voci e le tante polemiche fuori dallo spogliatoio e a caricare i ragazzi in vista di un delicato finale di stagione.

No al benservito – Messo in conto che ora è importante stare affianco alla squadra, possiamo comunque fare qualche considerazione sul primo anno di . Un’annata, come detto, negativa, ma siamo sicuri che un altro ds avrebbe fatto di meglio al primo anno? Crediamo di no, ed è per questo che siamo contrari ad un suo benservito: non è certo cambiando uomini ogni anno che è possibile costruire un progetto serio e credibile. Aggiungiamoci anche la difficoltà a convincere grandi giocatori a sposare la causa di un club ormai non più grande a causa dei disastri passati. Meglio quindi soffermarsi a riflettere bene prima di buttare a mare il lavoro di un anno.

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *