schevchenkoCi sono momenti che restano per sempre impressi nella mente e nel cuore di tutti noi tifosi, se poi si è tifosi del Milan questi momenti si decuplicano. Tante le vittorie e le imprese firmati dagli eroi rossoneri, tanti i trofei alzati al cielo e le serate di gioia. Purtroppo nel cuore dei tifosi rossoneri è inevitabilmente entrata anche un’altra serata, la più brutta e infausta che un tifoso possa immaginare di vivere, la serata del 25 Maggio 2005.

A Istanbul va in scena la 50esima finale di Champions League, in campo Milan e Liverpool. I rossoneri con il loro abito bianco da finale sono favoriti, troppe le stelle: Maldini, Nesta, Stam, Pirlo, Gattuso, Seedorf, Kakà, Shevchenko, Crespo, solo per citare qualche nome. L’avvio è da sogno, dopo neanche un minuto capitan Maldini con una splendida girata buca Dudek, nessuno scrittore avrebbe potuto immaginare un inizio migliore, i tifosi sono in estasi, essere in vantaggio grazie ad un gol della nostra bandiera è proprio il massimo. I rossoneri continuano e giocano uno dei primi tempi più belli della storia del calcio, intensità, pressing e velocità uniti al cinismo sono gioie per gli occhi di noi tifosi. Kakà sembra volare sull’erba dell’Ataturk, Pirlo incanta con le sue geometrie, Crespo trasforma in oro ogni pallone che tocca e realizza una doppietta. Al 45’ il Milan vince 3-0 e lo fa nel modo perfetto, insegnando come si gioca a Calcio.

Il secondo tempo sembra rincarnare perfettamente il canovaccio del primo tempo, fino a quei maledetti 6 minuti dove Gerrard, Smicer e Xabi Alonso gettano nelle tenebre tutti noi. E’ un incubo, i tifosi rossoneri guardano allibiti il proseguo del match e in breve le lacrime solcano il viso dei tifosi. Nessuno può credere ai propri occhi quando Dudek da un metro salva su Shevchenko… Il Dio del calcio ha deciso. I rigori sono una passerella triste di giocatori che sanno già il loro destino. Il Liverpool ha esorcizzato il Diavolo, buttandolo all’inferno. Quella sera resterà per sempre uno dei ricordi più brutti per i colori rossoneri, ma quella stessa sera i Campioni rossoneri giurarono che sarebbero ritornati ad alzare il trofeo più importante. Le promesse per i grandi Campioni e grandi Uomini vanno mantenute. Maldini alzò la “SUA” Coppa, il 23 Maggio 2007… Indovinate contro chi?

Milan – Liverpool 5-6 d.c.r. (3-3)

Milan: Dida, Cafu, Stam, Nesta, Maldini; Gattuso (51’ Rui Costa), Pirlo, Seedorf (85’ Serginho); Kakà; Crespo (85’ Tomasson), Shevchenko. All. Ancelotti.

Liverpool: Dudek; Finnan (46’ Hamann), Carragher, Hyypia, Traorè; Luis Garcia, Gerrard, Xabi Alonso, Riise; Kewell (22’ Smicer), Baros (85’ Cissè). All. Benitez.

Reti: 1’ Maldini, 39’ e 43’ Crespo, 54’ Gerrard, 56’ Smicer, 61’ Xabi Alonso.

Rigori: Hamann, Cissè, Tomasson, Kakà, Smicer.

Arbitro: Mejuto Gonzales (Spa) 

PM

PM

Prendere delle scelte è sempre difficile, Scegliere te è stato semplice...Forza Milan!
PM