stadioCome accade a molte bellissime storie d’amore, anche quella fra il Milan e San Siro è destinata ad avere una fine. Un epilogo ormai vicino: nel giro di tre anni Milan e Inter avranno due stadi diversi. Se la società nerazzurra si è posta l’obiettivo di riqualificare San Siro, quella rossonera, sotto la spinta propulsiva di Barbara Berlusconi, già lavora al progetto di un nuovo stadio di proprietà, da costruire nell’area Expo, sul modello dell’Allianz Arena, l’attuale casa del Bayern Monaco.

Lo scopo è di realizzare una struttura moderna e polivalente, dotata di servizi all’avanguardia, ristoranti, lounge bar, negozi, musei, un comodo parcheggio e circondata da spazi che permetteranno allo spettatore di potersi intrattenere nel tempo che precede e che segue ogni partita.  Si vocifera che una fetta di stadio sarà dedicata ad esclusivi posti vip, in grado di garantire entrate economiche considerevoli, con abbonamenti superiori ai 1000 euro annui. Voci ed ipotesi, come quella che il progetto possa essere affidato all’architetto e designer salentino Fabio Novembre, uno dei nomi più importanti a livello internazionale, nel campo del design.

Uno stadio super tecnologico da 60000 posti con un nome da definire e una storia ancora da cominciare, ma che potrebbe rivelarsi molto redditizio per il Milan. Sarà infatti facile prevedere un esponenziale aumento degli introiti. Chiedere alla Juventus.

Clicky Web Analytics

Nils

Nils

Le mie info biografiche stanno attuando uno sciopero estivo. Torneranno in autunno.
Nils