Il tanto agognato closing è oramai alle spalle, o perlomeno la giornata delle firme è passata. D’ora in poi viene il bello: c’è un futuro tutto da pianificare. Compito non facile per la nuova dirigenza tenendo conto dell’ambizioso obiettivo che Yonghong Li ha posto: “Ritornare sul tetto del mondo”. Per tramutare queste parole in realtà, il Milan deve ritornare a calcare i palcoscenici europei. E’ vero, non stiamo parlando ancora di Champions League, però si tratterebbe comunque di un ritorno in Europa dopo tre anni di assenza e di annesse delusioni. Per farlo, per qualificarsi all’Europa League bisogna battere l’Inter , e non solo!

Una vittoria contro i neroazzurri garantirebbe un notevole passo avanti in classifica poiché la squadra di Pioli si troverebbe sotto di cinque punti con lo scontro diretto a sfavore, di conseguenza dovrebbe recuperare ben sei punti nelle restanti partite. Il match, però, non sarà affatto semplice per gli uomini di Montella perché si troveranno davanti un Inter sì vulnerabile (un punto negli ultimi tre match), ma al tempo stesso ferita nell’orgoglio dopo la sconfitta di Crotone e le inevitabili critiche. Pioli dovrà quindi giocarsi il tutto per tutto cercando di ripetere quanto di buono fatto nelle prime settimane dopo il suo approdo in panchina (ricordiamo che il coach originario di Parma ha esordito sulla panchina neroazzurra proprio contro i rossoneri all’andata).

Venendo alle formazioni, l’Inter recupera Gagliardini riportando Medel nella posizione di centrale difensivo. Pioli può così ritornare alla sua formazione tipo, quel 4-2-3-1 con tre trequartisti, nello specifico Candreva, Banega e Perisic pronti a supportare Icardi che ha dichiarato espressamente di voler segnare nel derby!

Montella, invece, dovrà fare a meno di Pasalic a causa della squalifica e, quindi, dovrà ritoccare la formazione che ha ben fatto contro il Palermo. Per la sostituzione del croato in pole rimane Mati Fernandez, anche se non è da escludere un possibile inserimento di Locatelli. Per il resto sembra essere confermato Zapata al posto di Paletta e Calabria come rimpiazzo di Abate, out fino al termine della stagione. Confermatissimo il trio di lingua spagnola Suso, Bacca, Deulofeu.

L’arbitro della partita sarà Orsato.

Ci si potrebbe accontentare di un pareggio ma un derby va vinto, sempre!

Inter (4-2-3-1): Handanovic, D’Ambrosio Miranda, Medel, Ansaldi, Gagliardini, Kondogbia, Candreva, Banega, Perisic, Icardi. All.: Pioli

Milan (4-3-3): Donnarumma, Calabria, Zapata, Romagnoli, De Sciglio, Kucka, Sosa, M. Fernandez, Suso, Bacca, Deulofeu. All.: Montella

Zuma

Zuma

Marco Fumagalli, meglio conosciuto come Zuma, amante, filosofo ed esteta dello Sport in tutte le sue mille sfaccettature. Amo la palla tonda, quella a spicchi, quella ovale, le due ruote e tutto ciò che ci ruota intorno. Il mio nome lo devo anche a Van Basten anche se ho vissuto la mia adolescenza sotto le imprese di Carletto Ancelotti.
Zuma

Latest posts by Zuma (see all)