Inzaghi e il Milan che verrà: Sacchi, Tassotti e trequartista

Mentre sta per cominciare una piccola guerra con Seedorf che (giustamente) pretenderà ogni centesimo del contratto pattuito, nei prossimi giorni dovrebbe esserci anche l’ufficializzazione di Inzaghi sulla panchina rossonera.

Per quanto riguarda lo staff, il primo nodo da sciogliere sarà sicuramente quello di Tassotti, che si era promesso ad Allegri, ma potrebbe tornare sui suoi passi per continuare il suo ruolo di vice, magari collaborando con Filippo Galli. Gli stretti collaboratori di Pippo, Nava e Fiorin dovrebbero invece agire ancora nel settore giovanile, per cercare di stringere ancora di più i rapporti tra giovani e prima squadra. La grossa novità potrebbe essere invece il sostituto di Filippo Galli: come coordinatore delle giovanili è stata fatta un’offerta ad Arrigo Sacchi, al momento impegnato in un ruolo pressoché simile all’interno della Nazionale.

Per quanto riguarda il sistema di gioco, dovrebbe essere abbandonato il 4-2-3-1 a favore di un 4-3-3 o 4-3-1-2 in cui ci sarà spazio per un centrocampista in più, per cui potrebbe rimanere alla base anche Nocerino. In attacco invece Kakà dovrebbe agire da trequartista per Balotelli e Pazzini, oppure sarà possibile sfoderare un tridente d’attacco in cui saranno utili sia Honda che El Shaarawy. In tutto ciò la grande incognita sarà Taarabt, il cui riscatto è ancora lontano e per questo la sua permanenza è tutt’altro che scontata.

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it

1 Response

  1. loSPORTale ha detto:

    A volte non capisco davvero i movimenti di alcune società, ma provo a raggionarci su.
    Seedorf è stato fatto fuori perchè con una squadra così/così non è riuscito nell’impresa, allora si cambia e si rifonda, ok. Le basi di partenza sono poche. e in questo momento come mai non è il giocatore a far la maglia. confermare Poli,Taarabt,De Sciglio, El Sha credo sia fondamentale.. per il resto ci sono giovani di grandi potenzialità in giro per il mondo e di proprietà rossonera… perchè non puntare su di loro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *