pellèitalAltro esame per la nuova (nuova?) Italia di Ventura, che stasera affronterà la Spagna. Gli iberici hanno appena finito un ciclo super vincente, quello di Del Bosque, e con altri giovani vorrebbero ora cominciarne un altro. Il nuovo selezionatore si chiama Julen Lopetegui, classe ’66, un ex portiere che mai si distinse particolarmente fra i pali delle squadre in cui giocò, Barcellona compreso. Meglio è andata la sua carriera in panchina, almeno come selezionatore dell’under 19 prima e dell’under 21 poi (due titoli conquistati); alla guida dei club invece non ha mai vinto niente.

Il nostro Ventura, uno dei più grandi veterani del panorama calcistico nazionale, ha cominciato invece la sua nuova avventura perdendo malamente a Bari con la Francia. Ok, era un’amichevole e gliela perdoniamo, ma oggi ci aspettiamo di certo una prestazione diversa, perchè in palio c’è non solo il primo posto nel girone, ma anche l’acquisizione della consapevolezza di essere più forti dell’avversario. L’ultima sfida, agli europei francesi, si concluse con un sorprendente 2-0 per gli azzurri, staremo a vedere se ci toccherà rimpiangere l’Italia di Conte o se a fine partita ci saranno nuovi presupposti per sperare in bene sul futuro azzurro. In campo ci saranno con ogni probabilità tre rossoneri: Romagnoli, De Sciglio e Bonaventura; la coppia d’attacco, la solita formata da Eder e Pellè.

Di seguito le probabili formazioni:

ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Romagnoli; Florenzi, Parolo, De Rossi, Bonaventura, De Sciglio; Pellè, Eder. Ct Ventura
SPAGNA (4-3-3): De Gea; Carvajal, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba; Koke, Busquets, Iniesta; Vitolo, Diego Costa, Silva. Ct Lopetegui

Nils

Nils

Le mie info biografiche sono in sciopero. Torneranno in autunno o in inverno.
Nils