Stasera vincere o morire, nel senso calcistico del termine ovviamente. Non andare al Mondiale sarebbe un disastro sia in termini economici che a livello di immagine per una Nazionale con la nostra tradizione. La Svezia sulla carta è chiaramente inferiore all’Italia, ma rimontare lo 0 a 1 dell’andata non sarà affatto facile. I nord europei, a differenza dei nostri ragazzi, hanno messo in campo organizzazione tattica, compattezza e grande spirito di abnegazione: in pratica ciò che servirebbe stasera. Andiamo a vedere come le squadre si preparano all’evento.

Due cambi in mediana – Ventura conferma il 3-5-2 già visto a Stoccolma, con qualche cambio nei singoli. In difesa giocherà regolarmente Bonucci ma con una maschera protettiva. A centrocampo out Verratti per squalifica e De Rossi per scelta tecnica: giocheranno Jorginho, affiancato da Parolo e Florenzi. In attacco ancora escluso Insigne, giocheranno Immobile e Gabbiadini, con Zaza out per un problema al ginocchio ed Eder in panchina.

Formazion confermata – Per quanto riguarda la Svezia il ct Andersson può sorridere: tornerà titolare Lustig in difesa dopo aver scontato la squalifica e prenderà il posto di Krafth. Per il resto confermata la formazione dell’andata.

Italia: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Florenzi, Jorginho, Parolo, Darmian; Immobile, Gabbiadini. Ct: Ventura.

Svezia: Olsen; Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Larsson, Johansson, Forsberg; Toivonen, Berg. Ct: Andersson.

Mirko

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Mirko