DONNARUMMA Voto 6 : devia quel tanto che basta per evitare il tap-in di Bastos al 16’. Non può nulla né sul rigore né sul raddoppio di Immobile. Assiste impotente ai primi 10’ minuti della ripresa. Para su Immobile al 71’.

CALABRIA Voto 5,5 : senza eccellere tenta l’affondo dalla sua parte più di una volta. Non è attento come dovrebbe sull’azione del terzo gol.

MUSACCHIO Voto 6 : lui marca e Bonucci imposta. Copre Immobile in rimonta al 31’. Preso in mezzo in occasione del quarto gol.

BONUCCI Voto 5,5 : ottimo intervento in uscita al 23’ su Milinkovic Savic. Cerca spesso il lancio da dietro senza trovare la misura giusta. Mura su Luis Alberto al 36’ ma non arriva al contrasto sul raddoppio di Immobile. Meno bene nel secondo tempo. Non va lasciato solo nell’uno contro uno.

RICARDO RODRIGUEZ Voto 6 :  lavora molti palloni cercando si non sprecarne uno. Non si risparmia in fase offensiva nella ripresa.

KESSIE Voto 5,5 : va al tiro al minuto 8, poi più nulla sino al fallo da rigore del 36’. Spara alto al 64’. sale un po’ di rendimento quando si mette a lottare nella ripresa.

BIGLIA Voto 6- : radar di palloni che smista  destra e sinistra. Non è un fulmine di guerra ma si sapeva, il problema è che non è ancora in condizione.

MONTOLIVO Voto 6,5: da intermedio sinistro si fa vedere in fase sia di interdizione che di costruzione. Perde la palla del secondo gol. A conferma del buon momento stagionale segna il gol della bandiera.

SUSO S.V. : troppo brutto per essere vero. Tira fuori su punizione al minuto 27 e impegna Strakosha al 54’. ma se gioca male lui, gioca male tutta la squadra.

CUTRONE S.V. : nessun pallone utile.

BORINI Voto 5,5: corre sempre molto e subisce i soliti falli ma non accoppia la necessaria lucidità. Va al tiro al 13’.

KALINIC S.V : un po’ di presenza in area di rigore ed un tiro deviato al minuto 89. Vale per lui il discorso fatto per Biglia.

CHALANOGLOU S.V. : qualche iniziativa personale e molta disponibilità al ripiegamento difensivo.

BONAVENTURA S.V.: si vede per un rasoterra al minuto 84.

MONTELLA Voto 5 : con il 4-3-3 soffri il 3-5-2 perché sei in inferiorità numerica sulle fasce che, nel nostro caso, generano tutti e quattro i gol. La tattica di tenere palla e verticalizzare improvvisamente non ha funzionato perché è mancata la precisione nelle rifiniture e il tempo dell’inserimento giusto. Forse sbaglia uomini all’inizio. Diamo i giusti meriti anche alla Lazio, sottovalutata e ben allenata. Nel percorso di costruzione di una squadra ci stanno anche queste cadute. Per fortuna siamo solo all’inizio.

 

Egidio

Egidio

Sono nato all'epoca delle Olimpiadi di Roma, nella vita non faccio lo scrittore, né il giornalista, ma tutt’altra cosa che adesso non è utile descrivere né spiegare. Mi piace scrivere. Nel corso della mia vita, sin dall’epoca del liceo, credo di aver sviluppato una discreta capacità nel raccontare ed esprimere idee, concetti, ma soprattutto sentimenti e sensazioni. Tuttora, nella vita di tutti i giorni scrivo molto per lavoro. Sono innamorato del Milan dall’età di 8 anni e questo per merito di mio padre buon’anima, ahimè, volato in cielo pochi mesi prima della Stella del 10°. Mi firmerò con lo pseudonimo di Egidio. Come molti altri di voi, ho giocato a pallone (badate bene, “a pallone”, e non “a calcio”) a livello dilettantistico-amatoriale. Giocavo centravanti (adesso sarei “una prima punta”), la maglia rigorosamente era la numero 9 ed Egidio era il soprannome che i miei amici mi affibbiarono all’epoca dei fatti, ma vi assicuro che ho segnato più reti di quante ne abbia sbagliate lo Sciagurato. Ringrazio sin d’ora chi mi leggerà, chi mi apprezzerà, chi no, ma soprattutto chi, con educazione, mi contesterà : il peggior disprezzo è l’indifferenza. Ricordate che il Milan si discute, ma si ama. Ed io lo amo.
Egidio