La vittoria torna con… Bonaventura. Le pagelle dei rossoneri

 DONNARUMMA Voto 6,5: vola al minuto 20 su azione d’angolo, poi ancora al minuto 44 e para al minuto 77, soffre l’agitazione della squadra che segue i due vantaggi.

ABATE Voto 6-: insidioso tiro cross al minuto 2, spinge appena può, sebbene sia la sua fascia il punto debole dal quale arrivano le insidie per la porta rossonera.

MUSACCHIO Voto 5,5: Destro gli scappa sull’azione del pari.

BONUCCI Voto 6+: sta meglio e si vede, chiude, sostiene, lancia. Conferma di essere in costante risalita. Sfiora il gol di testa al minuto 41. Attualmente non sembra più essere lui il problema.

RICARDO RODRIGUEZ Voto 6: ordinato, poco incisivo, fa molto il difensore e non pecca di precisione.

KESSIE Voto 6+ : appare subito propositivo, con due buone iniziative. Corre e si fa vedere, magari potrebbe essere più preciso nelle conclusioni. Tira al minuto 15 e poi ha una grande progressione al minuto 28. Sempre in partita, è in risalita anche lui.

MONTOLIVO Voto 6,5: chiude da ultimo uomo più di una volta, come al minuto 19 e al 52, copre molto campo con buona lucidità.

BONAVENTURA Voto 7: rieccolo. Vivace e intraprendente è tornato il Jack che conosciamo. Sblocca al minuto 10, gioca molti palloni, riporta in avanti la squadra da vero centrattacco al minuto 75. Corre molto e con costrutto. Evviva!

SUSO Voto 6,5: è in buona serata, tira alto al minuto 17, poi esegue un grande slalom al minuto 19, ma soprattutto, quando arretra per sfuggire la miriade che lo attornia e trova spazio dà il meglio di sé.

KALINIC Voto 6: sponda per Bonaventura sul primo gol, poi molto movimento e molta lotta all’ultimo sangue.

BORINI Voto 6: tira a seguito di un inserimento centrale al minuto 12, poi, passato terzino dopo l’uscita di Abate crossa per il raddoppio. Solita utile, silenziosa presenza. Dove lo metti sta.

CUTRONE Voto 6: entra per fare coppia con Kalinic ed esordisce con un tacco da urlo. Lotta come un toro su tutti i palloni e tira fuori al minuto 85.

ANDRE’ SILVA Voto 6-: si rende utile alla causa sebbene un po’ più di grinta e di concretezza non starebbe male.

CALABRIA Voto 6: buona la sua interpretazione della partita dal momento dell’ingresso in campo.

GATTUSO Voto 6,5: cerca di trasmettere alla squadra il suo marchio di combattente e per lunghi tratti ci riesce. Appare evidente che dovrà lavorare sul deficit psicologico esistente apparso netto dopo ogni vantaggio. Rispolvera la difesa a 4 e poi anche il centrocampo a 4. Dovrà faticare, però al momento merita fiducia per la croce che si è messo sulle spalle.

Egidio

Sono nato all'epoca delle Olimpiadi di Roma, nella vita non faccio lo scrittore, né il giornalista, ma tutt’altra cosa che adesso non è utile descrivere né spiegare. Mi piace scrivere. Nel corso della mia vita, sin dall’epoca del liceo, credo di aver sviluppato una discreta capacità nel raccontare ed esprimere idee, concetti, ma soprattutto sentimenti e sensazioni. Tuttora, nella vita di tutti i giorni scrivo molto per lavoro. Sono innamorato del Milan dall’età di 8 anni e questo per merito di mio padre buon’anima, ahimè, volato in cielo pochi mesi prima della Stella del 10°. Mi firmerò con lo pseudonimo di Egidio. Come molti altri di voi, ho giocato a pallone (badate bene, “a pallone”, e non “a calcio”) a livello dilettantistico-amatoriale. Giocavo centravanti (adesso sarei “una prima punta”), la maglia rigorosamente era la numero 9 ed Egidio era il soprannome che i miei amici mi affibbiarono all’epoca dei fatti, ma vi assicuro che ho segnato più reti di quante ne abbia sbagliate lo Sciagurato. Ringrazio sin d’ora chi mi leggerà, chi mi apprezzerà, chi no, ma soprattutto chi, con educazione, mi contesterà : il peggior disprezzo è l’indifferenza. Ricordate che il Milan si discute, ma si ama. Ed io lo amo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *