Le pagelle: Abate scoppiettante, Suso… di più

 DONNARUMMA Voto 6,0 : stavolta è più preciso con i piedi sia negli appoggi che nei rinvii lunghi. L’Empoli, nonostante la pressione, non lo impegna più di tanto. Dà l’impressione di essere troppo alto sul pareggio dei toscani.

 Voto 7,0 : è un sette abbondante. Nel primo tempo tiene la posizione, poi nella ripresa si fa vedere anche in avanti. Serve a la palla del nuovo vantaggio e poi sembra essere ovunque rendendosi efficace anche in copertura.


GOMEZ Voto 6,0 : in buon progresso. Non è un fuoriclasse ma il suo contributo può fornirlo ugualmente, specie contro l’uomo e negli spazi stretti. Un educato rissaiolo da bar, o un wrestler in giacca e cravatta fate voi. Disinvolto anche nel fornire appoggio in uscita della palla sia a Donnarumma che .

ROMAGNOLI Voto 6,0: inzia beccandosi un giallo immeritato che potrebbe condizionarlo. Invece Alessio prosegue imperterrito quale regista difensivo trotterellando in lungo e in largo col piglio del Beckenbauer dei bei tempi. Ottime tre belle chiusure sull’uomo.

DE SCIGLIO Voto 5,5 : non ci (ri)siamo. Voto generoso per stima, ma sarebbe tendente al 5. Abulico e molle, inizia con un errore da infarto che per poco non manda in gol Maccarone. Poi, tanto per gradire, sul pari dell’Empoli si fa saltare come un pollo alle prime armi. Prestazione da gambero (tre passi indietro).

PASALIC Voto 6,5 : anche lui in progresso di gamba e di testa. Più vivo in fase di inserimento, deve fare meglio in copertura. Cresce nella ripresa come tutta la squadra.

LOCATELLI Voto 5,5 : più impreciso del solito. Una inspiegabile lentezza di pensiero permette ai nanerottoli toscani il suo accerchiamento con il risultato di consentire la ripartenza veloce al momento della riconquista della sfera. Nella ripresa migliora e sembra più tranquillo. A 18 anni ci può stare anche una prestazione così.

MATI FERNANDEZ S.V. : sembrava essere la sua partita perché aveva iniziato con precisione nei passaggi. Esce dopo 10’.

 Voto 8,5 : altra prestazione monstre. Subito attivo e vivace sulla destra, appare in felice sintonia con e da lui arrivano tutti i pericoli per la difesa di casa. Innesca Lapadula sul primo gol, poi Skorupsly gli nega la gioa con una paratona delle sue. Si rifà nella ripresa mettendola nel sacco su assiste del fido compare di reparto , poi si mette a scappare ovunque e non lo prendono. Gioca anche da trequartista per la gioa del Presidente. Mastro Sinisa ha avuto tanti meriti (l’intuizione di Donnarumma, l’insistenza per Romagnoli, la difesa di Niang) ma su ha commesso un errore di valutazione enorme.

LAPADULA Voto 8,5 : appare subito in serata, è vispo ed efficace ed è subito pericoloso per Skorupsky. Si muove su tutto il fronte d’attacco, tiene palla e fa salire la squadra fornendo appoggio e fisico. Concretizza un assist di per il vantaggio, entra di diritto nel secondo gol e poi conclude in bellezza un contropiede micidiale. Corsa, grinta e scelte lucide.

BONAVENTURA Voto 7,0 : sullla fascia sinistra sembra un ripiego (o uno spreco) e infatti spesso si accentra per cucire il gioco come sua abitudine mentale. Diventa inarrestabile nella ripresa quando la squadra si piazza più avanti innescandolo con continuità. Lui ringrazia e diventa un incubo per la difesa toscana tanto che costringe Costa ad un’autorete che avrebbe fatto la gioia della Gialappa’s.

KUCKA Voto 6.5. : entra per Mati Fernandez e mette lo zampino nel gol del vantaggio. Sempre a caccia della palla, quando è in giornata è indispensabile.

POLI S.V. : entra nel finale, giusto il tempo di litigare con Bellusci.

NIANG S.V : anche lui subentra alla fine,si piazza prima a destra e poi al centro ma non ha modo di mettersi in evidenza.

MONTELLA Voto 7,0 : da uomo solo al comando decide e dispone gestendo con oculatezza le risorse disponibili concedendo spazio e fiducia a tutti. Crede in Lapadula e per questo viene abbondantemente ricambiato. La sofferenza ormai abituale di inizio match, frutto del ritmo indiavolato dei toscani, diventa lucida efficacia nella ripresa quando la squadra acquista fiducia e metri di campo. La classifica sorride, il morale anche e Vincenzo ha un po’ di certezze in più. Adesso sotto con il Crotone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *