Le ultime sulla formazione rossonera

 Out Antonelli, Menez, Kucka, Bertolacci, Niang, Abate, il Milan si presenta al Friuli con diverse assenze ma anche con molto entusiasmo e la voglia di dare continuità all’ultimo risultato positivo. In difesa spazio alla sorpresa Calabria, giovane che all’esordio ha dimostrato ottime doti di personalità, mentre dovrebbero essere confermati Zapata, Romagnoli e De Sciglio. A centrocampo mister Sinisa Mihajlovic potrebbe utilizzare il sempre affidabile Poli per sostituire Kucka, oppure scegliere di ricorrere a De Jong. In questo turno infrasettimanale, altra novità dovrebbe essere l’impiego di Mario Balotelli dal 1′ minuto. 

Ecco dunque la formazione che dovremmo vedere in campo: Diego Lopez; Calabria, Zapata, Romagnoli, De Sciglio; Poli, Montolivo, Bonaventura; Honda; Bacca, Balotelli.

Il Milan, in questo avvio di torneo, ha sempre alternato una vittoria e una sconfitta. I bianconeri di Colantuono, invece, sono reduci da un filotto negativo di 3 sconfitte, dopo aver inaspettatamente battuto i campioni d’Italia della Juventus, nella prima giornata del campionato. I soli due gol segnati evidenziano grossi limiti nel reparto offensivo, ma non dimentichiamo che c’è sempre uno come Totò Di Natale, che il vizio del gol non può proprio averlo perso improvvisamente. L’ex napoletano è in ballottagio con Zapata come partner di Thereau; in mediana Kone squalificato, riecco Bruno Fernandes. Probabile il debutto di Widmer.

Karnezis; Wague, Danilo, Piris; Widmer, Badu, Iturra, Fernandes, Adnan; Thereau, Zapata.

Gli ultimi cinque Udinese – Milan:

2014/15: Udinese – Milan 2-1 (Pazzini; Pinzi, Badu)

2013/14: Udinese – Milan 1-0 (Di Natale)

2012/13: Udinese – Milan 2-1 (El Shaarawy; Ranegie, Di Natale)

2011/12: Udinese – Milan 1-2 (Maxi Lopez, El Shaarawy; Di Natale)

2010/11: Udinese – Milan 0-0

Nils

Non possiedo preziosi monili, non colleziono vinili e non difendo diritti civili. Seguo spesso l'istinto. Ai tempi delle scuole elementari decisi di tifare Milan. Nell'autunno 2013 mi venne l'idea di creare questo sito (online dal primo gennaio 2014). Considero normale, anzi indispensabile, un certo livello di faziosità, specialmente quando si parla di calcio, l'importante (per me, tu fai pure quello che vvvuoi) è non esagerare con la dose. Notate bene: a volte scrivo cose senza senso, perciò non prendetemi troppo sul serio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *