L’ospite di oggi è il Grifone, ma i tifosi del Milan hanno altro a cui pensare

 Il Milan dovrà oggi fare i conti con il Genoa di Gasperini. I rossoblu, ottavi in classifica, nelle ultime due trasferte sono usciti sconfitti con Juventus e Palermo; in precedenza avevano pareggiato ad Empoli. In casa invece il bilancio recente è molto più positivo e infatti contiamo tre vittorie di fila. Però la squadra di Gasperini è davvero imprevedibile, nel bene come nel male: destò un certo stupore lo stop casalingo con il Chievo Verona, a metà marzo.

Sul taccuino di Inzaghi niente di clamoroso in vista della partita di stasera (che se dovesse andar male potrebbe essere l’ultima: a quanto pare Brocchi è stato già allertato). Il dubbio di formazione più grande riguarda l’impiego di Van Ginkel piuttosto che Poli. Uno vale l’altro, se non è zuppa è pan bagnato, direbbe il tifoso medio rossonero, che attualmente è preso soprattutto dall’incontro che il presidente Berlusconi sta per avere con gli aspiranti proprietari del nuovo Milan, quello che verrà. Il Milan di adesso lo conosciamo bene e ci basta quel che sappiamo.

Questa la formazione rossonera che stasera dovrebbe scendere in campo:

Diego Lopez; Abate, Rami, Mexes, De Sciglio; Poli, De Jong, Bonaventura; Honda, Cerci, Menez.

Al posto di Suso, non convocato per problemi fisici, probabilmente rivedremo in campo Keisuke Honda. Destro ha avuto un lutto in settimana e non si è potuto allenare bene, solo per questo motivo dovrebbe partire dalla panchina.

Gli ultimi cinque Milan – Genoa:

2013/14: Milan – Genoa 1-1 (Kakà, Gilardino)

2012/13: Milan – Genoa 1-0 (El Shaarawy)

2011/12: Milan – Genoa 1-0 (Boateng)

2010/11: Milan – Genoa 1-0 (Ibrahimovic)

2009/10: Milan – Genoa 5-2 (Ronaldinho, T. Silva, 2 Borriello, Huntelaar, Sculli, Suazo)