Vietato abbassare la guardia: in vista del match di Europa League sia Gattuso che la società sono più che convinti che sottovalutare l’impegno in Bulgaria significherebbe tornare a Milano con le ossa rotte. E allora concentrazione massima nonostante sulla carta l’impegno appaia abbordabile. In realtà, come il mister ha sottolineato in conferenza stampa, il Ludogorets ha di certo più esperienza dei rossoneri in Europa, e ha in rosa elementi molto pericolosi.

Qui Milan – In campo quindi la migliore formazione possibile stasera. In difesa torna Calabria dopo la squalifica di domenica, Abate sarà in panchina, mentre a destra agirà ancora Rodriguez. In mediana ancora una volta Kessie, che domenica contro la Sampdoria sarà squalificato, Biglia, in netto vantaggio su Montolivo, e Bonaventura. In attacco anche stavolta Cutrone dovrebbe spuntarla su Andrè Silva, con Calhanoglu in ballottaggio con Borini, ma l’ex Roma dovrebbe accomodarsi in panchina.

Qui Ludogorets – Il tecnico Dimitrov punterà come al solito su un 4-2-3-1 molto offensivo nonostante le assenze di Natanael, Dost e soprattutto del bomber Keseru, tutti squalificati. Punta centrale dovrebbe quindi essere Vura, mentre alle sue spalle sarà ballottaggio tra Wanderson e Dyakov, con quest’ultimo favorito, per affiancare Marcelinho e Lukoki.

Milan: Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Biglia, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhanoglu. All. Gattuso.

Ludogorets: Broun; Cicinho, Plastun, Moti, Vasilev; Anicet, Goralski; Lukoki, Marcelinho, Dyakov; Vura. All. Dimitrov.

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it