Facile capire come la gara di stasera non sia una gara qualunque, alla stregua dei primi match di Europa League giocati ad agosto. Stasera c’è un disperato bisogno di vincere ed è per questo che la pressione addosso ai ragazzi sarà tantissima. Stasera ci sarà bisogno dei tre punti per ipotecare il passaggio del turno con largo anticipo e gestire al meglio le energie nelle successive gare del girone; per dare prezioso ossigeno a Montella, la cui panchina è sempre più bollente; per un morale che dopo tre sconfitte consecutive non è certamente al massimo. Proprio per questo non è tempo di grandi esperimenti, ed ecco che il tecnico campano ripartirà dal secondo tempo del derby.

Qui Milan – Il modulo che vedremo sarà sempre il 3-5-2, con interpreti diversi però. In difesa non convocato Romagnoli, ad affiancare Bonucci e Musacchio sarà Rodriguez, che ha vinto il ballottaggio con Paletta. In mediana rivedremo Suso mezzala, che ha fatto molto bene nella ripresa del derby. Accanto a lui Locatelli arretrato in regia e Calhanoglu, sugli esterni a sinistra Bonaventura, a destra Borini con Calabria in panchina. In attacco si rivede Kalinic, ma solo panchina, titolari Andrè Silva e Cutrone.

Qui AEK – Qualche assenza di troppo per i greci. In difesa out Chrygrynskiy, l’unico centrale disponibile è Vranjes, accanto a cui giocherà il centrocampista Johansson e il baby Giannoutsos in panchina. Attenzione a Christodoulopoulos e Livaja, che conoscono bene le squadre italiane. L’ex Inter promette battaglia: “Sarò sempre un tifoso interista, ho più di un motivo per cercare un gol al Milan. In Europa League l’AEK gioca benissimo e i rossoneri se ne accorgeranno”.

Milan: G. Donnarumma; Musacchio, Bonucci, R. Rodríguez; Borini, Suso, Locatelli, Calhanoglu, Bonaventura; A. Silva, Cutrone. All. Montella.

AEK Atene: Anestis; Bakakis, Vranjes, Johansson, Helder Lopes; Ajdarevic, Galanopoulos; Christodoulopoulos, Simoes, Mantalos; Livaja. All. Jemenez.  

Mirko

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Mirko