Donnarumma 6,5: Uno dei pochi che evita la bocciatura: non può nulla sui due gol, mentre salva la baracca su altre due occasioni.

Calabria 5: Probabilmente ha avvertito troppo la sua prima vera serata europea. Perde una palla clamorosa in occasione del primo gol e non sale bene in occasione del secondo. Perennemente in difficoltà contro i big inglesi, si segnala solo per qualche buon cross. (Dal 79’ Borini s.v.: Entra quando il match ha poco altro da dire).

Bonucci 6: L’ultimo ad arrendersi in una serata disastrosa. Sfortunata la deviazione sul primo gol, poi non commette errori e cerca di essere utile anche in fase di impostazione.

Romagnoli 5,5: Al pari di Leo, neanche lui commette molti errori, ma recita una parte da protagonista nel secondo gol londinese, non salendo con la linea difensiva e facendosi beffare da Ramsey.

Rodriguez 5: Inizio incoraggiante, poi pian piano scompare dalla gara, facendosi notare solo per qualche buon passaggio, ma nulla più.

Kessie 4,5: Corre tanto come al solito, ma soffre la classe e la capacità di palleggiare dei mediani inglesi. Per poco non combina anche la frittata mandando in porta Welbeck.

Biglia 4,5: Al pari dell’ivoriano, anche Lucas è messo in mezzo dalla tecnica degli inglesi. Un secondo tempo fatto di grinta e volontà non salva una prova molto al di sotto delle aspettative.

Bonaventura 5: Serata no anche per Jack, che lascia a casa la sua capacità di inserimento e di saltare l’uomo. Va malamente al tiro e spreca sul 2 a 0 una buona occasione.

Suso 4,5: Stecca la sua prima vera serata europea. Non riesce ad essere decisivo come in Italia: nessun cross velenoso, nessun dribbling, nessun aiuto valido ai compagni. Spreca una ghiotta occasione da posizione ravvicinata.

Cutrone 5: Viene chiuso nella morsa dei due centrali e può fare ben poco per farsi vedere. Se ci aggiungiamo i pochissimi palloni che arrivano in area, si capisce che non è serata per Patrick. (Dal 68’ Andrè Silva 5: Entra per cercare di dare la scossa, non ci si accorge nemmeno della sua presenza).

Calhanoglu 5,5: Meglio del suo dirimpettaio, ma non combina neanche lui un granché. Due buone intuizioni per Cutrone e Kessie, ma nulla più. (Dal 62’ Kalinic 5: Solita storia: poco da raccontare, se non un controllo sbagliato con cui sciupa una buona occasione).

Gattuso 5,5: Primo vero ceffone da quando è alla guida del Milan. Come lui stesso ha ammesso, il Milan per la prima volta non è stato squadra. Ora dovrà essere bravo a restituire serenità ed entusiasmo ai ragazzi e a lasciarsi alle spalle questa brutta serata.

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it