milan_barcellona_1994_gettyUna di quelle serate epiche, storiche, di quelle che si tramandano con giornali e racconti alle future generazioni. Di quelle che rimangono scolpite nella mente per chi invece ha avuto, per motivi anagrafici, la fortuna di viverle. Una di quelle serate rese ancora più belle dal fatto che non te l’aspetti: un risultato così netto ed eclatante contro una squadra davvero forte, più che favorita, quasi destinata ad una passeggiata di salute contro un Milan avviatosi alla fine di un ciclo vincente.

Cruyff la pensava proprio in questo modo: “Non sbagliamo da 23 partite, perché dovremmo farlo ad Atene? Il nostro attacco è davvero devastante. Capisco le preoccupazioni di Capello senza Baresi e Costacurta…”. Proprio per questo fu una serata speciale. Diversa da tutte le altre date storiche, da tutti gli altri giorni di festa vissuti fino ad allora.

Al 22’ le certezze dei catalani già vanno in fumo con il primo gol di Massaro su assist di Savicevic. L’attaccante si ripete a fine primo tempo dopo una discesa di Donadoni. Altro che strapotere del Barcellona: lo spettacolo è tutto per i rossoneri che ad inizio ripresa chiudono i conti con il favoloso pallonetto da 25 metri del Genio, un gol che chiunque ha potuto ammirare, in tv o su Internet . Ma non è finita: l’umiliazione è compiuta grazie al gol di Desailly, bravo a superare la difesa avversaria dopo una combinazione con Albertini. Dopo di che è solo festa. Il Milan conquista la sua quinta Coppa dei Campioni sotto gli occhi del mitico Pizzul e di tanti tifosi in delirio, contro una vera e propria corazzata, sgretolatasi dopo poco più di venti minuti.

Milan – Barcellona 4-0

Milan: Rossi; Tassotti, Panucci, F. Galli, Maldini (83’ Nava), Albertini, Donadoni, Desailly, Boban, Savicevic, Massaro. All. Capello.

Barcellona: Zubizarreta, Ferrer, Guardiola, Koeman, Nadal, Bakero, Sergi (51’ Estebaranz), Stoichkov, Amor, Romario, Beguiristain (71’ Eusebio). All. Cruyff. 

Reti: 22’, 45’ Massaro, 47’ Savicevic, 58’ Desailly.

Arbitro: Philip Don (Ing)

Mirko

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Mirko

Latest posts by Mirko (see all)