Il Milan che non ti aspetti nell’ultima gara cinese prima della fondamentale trasferta a Craiova per l’Europa League. I rossoneri di Montella portano a casa un rotondo 4 a 0 contro una squadra nettamente più forte, allenata dal nostro mai dimenticato Carletto Ancelotti. Qualcuno potrebbe obiettare che è pur sempre calcio estivo, che contava molto il differente grado di preparazione, che il risultato in effetti non rispecchia i valori in campo. Questo è senza dubbio vero, ma è pur vero che qualcosa sta cambiando, dal tasso tecnico della squadra rispetto agli anni passati, all’entusiasmo che è riuscito a portare il nuovo assetto dirigenziale.

Protagonista inaspettato – Il protagonista che non ti aspetti è senza dubbio Patrick Cutrone: l’attaccante della Primavera da falco d’area capitalizza due belle occasioni e porta a casa una doppietta che non dimenticherà mai. Autori di una bella prova ancora una volta Kessie, ottima unione di tecnica e forza fisica e autore del primo gol, e Ricardo Rodriguez, bravissimo ad attaccare la profondità e a sfornare cross e assist prefetti. Nella ripresa bene anche Biglia, un vero e proprio leader, abile ad uscire dal pressing avversario, e Calhanoglu: bello il suo quarto gol con una staffilata da fuori area e molto presente in campo grazie al suo elevato tasso tecnico.

Il mister – Le parole di mister Montella al termine della gara: “Sono soddisfatto del lavoro che abbiamo fatto oggi. Dobbiamo ancora fare molto, ma sono convinto che faremo bene contro il Craiova. A questo punto della preparazione è difficile preparare le partite e può capitare che la squadra possa star meglio. Quello che mi è piaciuto oggi è stata la voglia di applicare quello che abbiamo fatto nei primi allenamenti, di essere compatti tra i reparti e nei movimenti senza palla. Biglia? Un calciatore che abbiamo cercato per tanto tempo. Mi piace come legge il gioco e lo abbiamo voluto fortemente. Non aveva i 45 minuti oggi, ma Montolivo ha un problemino alla caviglia e nell’intervallo lo abbiamo tolto”.

Mirko

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Mirko