Un 1-2 casalingo che costa al Milan il primato nel girone. Guida la classifica il Betis a 7 punti, seguono il Milan a 6 e l’Olympiakos a 4.

Reina 4 – All’errore decisivo di Donnarumma nel derby fa eco quello altrettanto clamoroso di Reina, che con la collaborazione di Romagnoli regala al Betis la rete del vantaggio. A questo si aggiungono altre sbavature insolite per un portiere della sua affidabilità.

Calabria 5.5 – Si proietta raramente in fase offensiva e fatica nel contenere l’esterno avversario Leon.

Zapata 4.5 – Al pari del compagno di reparto rovina una prestazione tutto sommato decente con errori di disattenzione che costano caro. Il primo gol del Betis scaturisce da un suo intervento fuori tempo su Lo Celso.

Romagnoli 5 – Responsabile assieme a Reina della rete messa a segno da Sanabria, rischia di concedere il bis, commettendo un’altra sbavatura. Capitano poco coraggioso.

Laxalt 5 – Insolitamente impreciso. Commette diversi errori in appoggio e non si rende pericoloso in fase di spinta.

Bakayoko 4 – In settimana aveva dichiarato: “Il meglio deve ancora venire”. Per il momento quindi accontentiamoci del peggio. Lento, impacciato e sempre fuori posto. Esce (per fortuna) alla fine del primo tempo. (Dal 46′ Suso 5,5: spreca una buona occasione calciando malamente di destro. Si fa apprezzare per qualche buona giocata ma talvolta si incaponisce e perde palla).

Biglia 5.5 – Si fa apprezzare per qualche appoggio ben riuscito. Cerca invano di dare ordine alla manovra senza rendersi efficace in fase d’interdizione (Dal 79′ Bertolacci sv – Poche le palle giocate per poterlo giudicare).

Bonaventura 4.5 – Molto impegno ma poca qualità. Numerosi i palloni persi e troppe le volte in cui ritarda il tempo del passaggio al compagno.

Castillejo 5.5 – Rovina una prestazione dignitosa con un intervento a forbice che gli costa il rosso diretto. Oltre a un bel tiro da fuori area col quale colpisce il palo interno si rende autore dell’assist che permette a Cutrone di accorciare le distanze. Non gli viene fischiato un clamoroso fallo in area di rigore che avrebbe permesso al Milan di trovare la via del pareggio.

Higuain 5 – Svogliato e apparentemente frustrato. Appare consapevole di giocare in una squadra che non può metterlo nelle condizioni di esprimersi al meglio. Nell’unica vera ghiotta occasione che gli capita sbaglia malamente la giocata, scartando inutilmente il portiere per poi farsi fermare dal difensore.

Borini 5 – Look canuto per l’esterno rossonero schierato nel tridente d’attacco. Gioca nel primo tempo e riesce a farsi notare solo per la capigliatura. (Dal 46′ Cutrone 6 – Volenteroso e caparbio come sempre, nonostante limiti qualitativi evidenti, va in rete nell’unica mezza occasione che gli capita).

All. Gattuso 5 – Incapace di scuotere lo spogliatoio dopo la sconfitta nel derby, sbaglia formazione titolare e al momento di effettuare le sostituzioni si dimentica che non si può regalare l’intero centrocampo alla squadra avversaria. Col senno di poi…

Stefano I.

Ricercatore informatico ​affetto dal sacro fuoco rossonero. Scettico per precauzione, ​realista per vocazione ed ​​amante del genio per eccezione. Nato nel segno di Van Basten con ascendente Savicevic.