In questi primi quattro mesi della nuova era cinese, è chiaro a tutti che il Milan ha palesato diversi limiti. Fra questi, particolare gravita’ assume la sterilita’ dell’attacco, specialmente nelle partite casalinghe. Infatti, se andiamo a confrontare il numero dei gol segnati dagli attaccanti rossoneri con il numero dei gol realizzati dagli attaccanti delle altre squadre, viene fuori un dato emblematicamente sconcertante: Kalinic e compagni hanno segnato solo 8 gol in 10 partite. Peggio hanno fatto solo Benevento, Crotone e Sassuolo. Fra le squadre che hanno fatto meglio del Milan troviamo la neopromossa Spal, le due squadre di Verona, il Genoa e il Bologna, per citarne solo alcune. La Sampdoria ne ha segnati 22.

Deprimente la miseria dei soli 2 gol segnati dai rossoneri nelle ultime 6 partite di campionato giocate in casa. Contro il Crotone, fra pochi giorni, l’occasione per cominciare a dimostrare che il Milan è capace di fare meglio di questo squallido bottino di gol totalizzato finora.