coach.inzaghiA poche ore da Milan – Cesena, Inzaghi è come sempre ottimista e fiducioso, ci riferisce che i suoi ragazzi si sono allenati bene, con dedizione ed intensità. Sembrano insomma esserci tutti i presupposti per una bella prestazione. Il problema è che è stato quasi sempre così, finora. Ed ogni volta i fatti hanno completamente smentito i programmi. Molti dicono che questa partita sia l’ultima spiaggia per Pippo, ma la sensazione è che di ultime spiagge ne abbiamo già viste molte.

Il mister dice che bisogna vivere alla giornata: “Dobbiamo guardare gara dopo gara, altrimenti rincorriamo obiettivi a fine scadenza.” Indubbiamente nella vita si può scegliere di vivere anche minuto per minuto, ma quando ormai ci si approssima al burrone, o si sterza con un pò di anticipo o si finisce dritti di sotto, a un certo punto non è che ci siano poi tante alternative. Oltretutto, come dice lo stesso Inzaghi, questo Milan è pure sfortunato: “Nei momenti difficili tutto ci va storto. Il Cesena è nel suo momento migliore, ma noi siamo sereni perché giochiamo a San Siro e vogliamo vincere. Siamo pronti, mi auguro che la squadra faccia vedere quello che fa durante la settimana, così per riconquistare anche i propri tifosi”.  Non sarà per niente facile, se pensiamo alle numerose assenze in difesa: disponibili solo Alex, Bonera, Antonelli, Rami, Bocchetti. Se ci sarà bisogno, occorrerà utilizzare due ragazzi della Primavera. Dal centrocampo in su, invece, Inzaghi avrà ampia libertà di scelta, per questo il tecnico rossonero ha promesso che giocheranno i 4 più in forma. Inzaghi deve davvero augurarsi che i suoi ragazzi non lo tradiscano, perchè una parte della società sembra già cominciare a prendere le distanze: è il caso di Silvio Berlusconi, che ieri (venerdì) era stranamente assente. Un segnale per Pippo ?

Nils

Nils

I cartoni animati giapponesi hanno condizionato enormemente la mia infanzia e di conseguenza tutta la mia vita. Non solo negativamente.

skip109-nils@yahoo.it
Nils
Tags: