Milan – Chievo: le pagelle dei rossoneri

D onnarumma 6: Anche stavolta come contro il Sassuolo non deve fare gli straordinari. Buona la parata su Paloschi nella ripresa, all’ultimo respiro viene graziato da un presunto fallo.

Abate s.v.: Gioca nemmeno un quarto d’ora, poi si fa male (Dal 14’ De Sciglio 6: Brutto il primo tempo in cui sbaglia praticamente tutto, si sveglia nella ripresa).

Alex 5,5: Sufficiente la sua gara, ma una disattenzione molto grave su Paloschi poteva costare i tre punti, fortuna che ci mette una pezza Donnarumma.

Romagnoli 6,5: Serata relativamente tranquilla, con personalità tiene a bada le scorribande offensive di Paloschi e Pellissier. Prosegue il momento di forma.

Antonelli 6: A parte il bel gol la prestazione non è stata all’altezza, soprattutto nel primo tempo in cui si propone poco e fa molti errori.

Kucka 6: L’ex rossoblu migliora col passare del tempo. Nella seconda parte dell’incontro va molte volte al tiro ma risulta sempre impreciso. I suoi polmoni sono comunque preziosi per la mediana.

Montolivo 5: Il capitano rossonero è parso molto in affanno oggi, forse avrebbe bisogno di una giornata di riposo. Sembra voglia nascondersi più che proporsi per inventare gioco.

Bertolacci 6: Molto utile come mezz’ala in questo “provvisorio” 4-3-3. Anche se non siamo ai livelli del Genoa, il ragazzo col tempo pare stia crescendo di condizione.

Cerci 5,5: Piccolo passo indietro rispetto alla bella prestazione di domenica. Risulta sempre impreciso e confusionario, insufficiente il suo apporto. (Dall’85’ Honda s.v.: Gioca pochi minuti come rincalzo dell’ex Toro).

Bacca 6,5: Lotta e si impegna tantissimo nonostante i palloni giocabili si vedano col contagocce. Protagonista nel gol di Antonelli, se ne divora uno clamoroso pochi minuti dopo. (Dal 92’ Luiz Adriano s.v.: entra per far rifiatare il collega di reparto).

Bonaventura 6: Un po’ più all’oscuro rispetto alle altre uscite anche se la sensazione è che sia uno dei pochi a poter cambiare il volto a questa squadra. Le azioni più pericolose passano sempre dai suoi piedi.

Mihajlovic 6: Secondo successo consecutivo con un 4-3-3 che dona più equilibrio alla squadra, ma toglie molto in avanti. Purtroppo la mancanza di grande qualità a centrocampo rimarrà un difetto troppo grande per qualsiasi schema.

1 Response

  1. Avatar Francesco Mordazzi ha detto:

    ma quale partita avete visto ????????????????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *