Il girone d’andata è andato come è andato. Sembra essere uno scioglilingua, un gioco di parole, ma purtroppo non è così. Riflette infatti questa prima parte di stagione del Milan, trascorsa tra gioie (veramente poche), delusioni (parecchie), sconforto, rassegnazione, pressapochismo, confusione e tanto altro ancora. Penso che a questo punto dell’annata sia inutile investigare sulle cose che hanno o non hanno funzionato perché per questo ci sarà tempo questa estate (e tempo ne avremo molto visto che l’Italia non disputerà nemmeno i mondiali). Ora serve fare quadrato, avere le idee chiare in testa, lavorare, impegnarsi e cercare di raddrizzare questa stagione fino a qui stregata.

Incomincia oggi il girone di ritorno e a San Siro troviamo il Crotone allenato da Walter Zenga, famoso neroazzurro di lungo corso. Da quando si è seduto qualche settimana fa sulla panchina dei calabresi l’uomo ragno ha sempre ben figurato. La sconfitta di un solo goal nell’ultimo turno con il Napoli (tra l’altro oggetto di non poche polemiche legate ad episodi dubbi) dimostra che la squadra che oggi il Milan troverà di fronte sarà agguerrita, ben organizzata e venderà cara la pelle.

Calabria che incontri e Calabria che trovi con il nostro allenatore calabrese Rino Gattuso intenzionato a continuare con il 4-3-3. Se i centrali difensivi preferiti continuano ad essere Bonucci e Romagnoli, a centrocampo Montolivo è anche per questa volta favorito su Biglia che in rossonero non è riuscito ancora a mostrare le qualità espresse in maglia biancoceleste. Il regista argentino sembra quindi avviato alla panchina come lo sarà Kalinic che ha si smaltito il lieve infortunio subito nei quarti di coppa Italia, ma deve fare i conti con l’agguerrita concorrenza di Cutrone.

La partita sarà arbitrata da Maresca.

La partita di oggi è l’ennesimo crocevia di una stagione che tra luglio ed agosto si preannunciava spumeggiante mentre, a distanza di soli sei mesi, pare essere destinata al fallimento. Il tempo per svoltare e cambiare rotta evitando il naufragio sta per finire. A buon intenditor poche parole!

Milan (4-3-3): Donnarumma, Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez, Kessie, Montolivo, Bonaventura, Borini, Cutrone, Suso. All.: Gattuso

Crotone (4-3-3): Cordaz, Faraoni, Ceccherini, Ajeti, Martella, Rhoden, Barberis, Mandragora, Trotta, Budimir, Stoian. All.: Zenga

Zuma

Marco Fumagalli, meglio conosciuto come Zuma, amante, filosofo ed esteta dello Sport in tutte le sue mille sfaccettature. Amo la palla tonda, quella a spicchi, quella ovale, le due ruote e tutto ciò che ci ruota intorno. Il mio nome lo devo anche a Van Basten anche se ho vissuto la mia adolescenza sotto le imprese di Carletto Ancelotti.

Latest posts by Zuma (see all)